A- A+
Cronache
Mafia, il pm Natoli fa scena muta. Il caso si allarga, indagato un generale
Gioacchino Natoli

Mafia, l'ex pm accusato non dice una parola. Anche un generale è stato iscritto nel registro degli indagati

L’ex pm Gioacchino Natoli, accusato dalla Procura di Caltanissetta di favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra e calunnia, è stato interrogato dagli inquirenti ma ha fatto scena muta. Si è avvalso infatti della facoltà di non rispondere. Natoli, difeso dai suoi legali, gli avvocati Fabrizio Biondo ed Ettore Zanoni, - riporta Il Fatto Quotidiano - si è "riservato di chiedere alla Procura un successivo interrogatorio in cui fornire ogni utile chiarimento", come hanno specificato i suoi legali. Ma la Procura indaga anche su Stefano Screpanti, generale della Guardia di Finanza. Oggi è alla guida del Nucleo per la repressione delle frodi Ue, alle dipendenze del dipartimento per gli Affari europei e quindi del ministro Raffaele Fitto, ma le contestazioni mosse dai pm di Caltanissetta si riferiscono a quando era un giovane capitano del Gico di Palermo.

Leggi anche: Mafia-appalti, guai per Gioacchino Natoli: ex pm indagato per favoreggiamento

Anche a Screpanti, come a Natoli, - prosegue Il Fatto - è stato notificato un invito a comparire, è indagato per favoreggiamento alla mafia e falso. Tutto ruota intorno ad alcune bobine. I magistrati della procura di Caltanissetta hanno dato incarico ai finanzieri del comando provinciale di riascoltare tutti quei nastri. In questo modo sarebbero emersi dialoghi interessanti da un punto di vista investigativo, che però non erano neanche stati trascritti all’epoca. Per quale motivo? Fu un errore degli investigatori dell’epoca? Per rispondere a questa domanda, ricostruisce l’edizione palermitana di La Repubblica, i finanzieri del Nucleo di polizia economico finanziaria di Caltanissetta hanno sentito i vecchi componenti della squadra che si occupò di quell’indagine. Nell'invito a comparire si legge che Natoli "disponeva, d’intesa con l’ufficiale della Guardia di Finanza, che non venissero trascritte conversazioni particolarmente rilevanti".

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.