A- A+
Cronache

 

maradona 180Maradona

Sotto la stanza dell Hotel Royal 300 tifosi aspettavano Maradona. E Diego si è affacciato al balcone dell'Hotel Royal di Napoli rispondendo ai cori della folla di tifosi assiepata sul lungomare. Quando i tifosi hanno cantato 'Chi non salta juventino è', Maradona ha cominciato a saltare anche lui sul balcone, rispondendo poi agli altri cori e levando le braccia in alto.

"Maradona viene in Italia come promesso perché ama l'Italia e vuole chiarire all'opinione pubblica che non è mai stato un evasore fiscale". Lo ha detto all'aeroporto di Fiumicino il legale di Diego Armando Maradona, Angelo Pisani, in attesa dell'arrivo dell'ex fuoriclasse del Napoli con un volo da Dubai.

L'Agenzia delle entrate ha smentito e spiegato: il pibe aveva chiesto di estendere al suo caso una sentenza di estinzione del giudizio riguardante il Calcio Napoli e altri giocatori, ma l'istanza non è stata accolta. Dunque, il maxidebito resta invariato. Pisani - che della sua lotta contro il fisco ha fatto anche un manifesto politico, tanto da capitanare al Senato in Campania la lista 'Liberi per un'Italia equà, apparentata con il Pdl - insiste nel ribadire la propria tesi. La questione fisco sarà il tema dell'incontro con i giornalisti di martedì.

Venerdì al San Paolo si gioca il big match di campionato Napoli-Juventus: Diego aveva annunciato di voler essere sugli spalti, ma è probabile che debba lasciare il capoluogo campano già martedì sera per un impegno sportivo a Madrid. Si sa comunque che il campione argentino è uomo dalle decisioni e dai ripensamenti improvvisi, quindi è probabile che i suoi impegni saranno definiti solo all'ultimo momento; e fin quando non salirà sul volo della Emirates da Dubai c'é persino chi ipotizza una rinuncia in extremis al viaggio.

Gli ultimi precedenti in Italia, del resto, non sono stati dei più felici: nel 2005 Diego rinunciò dopo poche puntate a "Ballando con le stelle", e il fisco gli pignorò il compenso della Rai; l'anno successivo, dopo una manifestazione di beneficenza a Giugliano (Napoli) le fiamme gialle lo portarono in caserma, pignorandogli due orologi del valore di 7mila euro; nel 2009, ospite in un centro benessere di Merano, fu raggiunto dagli ispettori di Equitalia e dalla Gdf e "perse" così un orecchino da 4mila euro, poi venduto all'asta per 25mila euro.

IL FISCALISTA SILVIO CECI, CONSULENTE DI DIEGO; FA LA SUA PROPOSTA-

"Befera venga a Napoli a fronteggiare Maradona e i suoi difensori. E' per rispetto nei confronti di Diego e dei contribuenti italiani. Purtroppo in Italia le partite contro il Fisco sono impari, le norme tributarie sono tutte a vantaggio del Fisco: una vera ingiustizia. Pensate che nel processo tributario i Giudici, che devono decidere una vertenza tra il contribuente e l'erario, sono tutti nominati, pagati, promossi, ed assegnati dallo stesso Fisco. Potete immaginare la loro terzietà nelle cause, che molto spesso originano da fastidiosi accertamenti che hanno poco a che fare con la realtà delle cose, ma con teorie bizzare e antistoriche, come ad esempio il redditometro. I giudizi tributari sono come una partita di calcio con l'arbitro contro 'a prescindere', con giudici che spesso sono ex dipendenti dell'agenzia delle entrate o ex ufficiali della guardia di finanza. Una situazione paradossale che probabilmente non ha riscontro nemmeno nei paesi più arretrati del terzo mondo. E tutto ciò accade nel silenzio più assoluto del parlamento, autore e complice di questo perverso sistema pseudogiudiziario concepito per favorire sistematicamente l'Agenzia delle Entrate e, cosi, raccogliere dalle tasche dei contribuenti in modo più facile le risorse finanziarie per mantenere e alimentare la 'casta'di cui il Fisco e' il braccio armato.Ma Maradona ha tante volte dimostrato di rovesciare le partite apparentemente impossibili. Questa partita non farà eccezione grazie all'aiuto di tutta la squadra dei difensori e soprattutto di Angelo Pisani, sgusciante ala destra, candidato alle politiche per una battaglia di civiltà con la lista "Italia- Equa", dopo aver subito l'onta della ingiustificata bocciatura da parte del ministero degli Interni della lista elettorale di libertà con il simbolo "Liberi da Equitalia".Un tifoso napoletano ha suggerito una idea per la soluzione dell'annosa vertenza Maradona- Fisco: una partita di calcio secca di 90 minuti al SanPaolo di Napoli, con arbitro imparziale, questa volta si spera. Chi perde paga. La lista dei top 11 è a discrezione dei capitani. Per Maradona non dovrebbero esserci problemi. Per il capitano del Fisco attendiamo news".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
maradonanapoliitalia
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni





casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.