A- A+
Cronache
Misseri, confessione choc: "Sono stato violentato da piccolo"

Spunta  la registrazione di uno dei colloqui che Michele Misseri, nell'estate 2013, ha avuto con la psicologa consulente della difesa, Annamaria Casale: "Mi vergogno pure a dirlo, ma ho subito violenze, non da mio padre ma da un suo parente, lui è morto ormai, era un primo cugino di mio padre - racconta il contadino di Avetrana -. Ho subito violenze sessuali, robe del genere, a pensare ho ancora adesso i dolori. Non l'ho mai detto a nessuno".

"Mia moglie l'ha scoperto dopo, quando l'ho detto in Tribunale - prosegue l'uomo nel video diffuso da 'Segreti e delitti'  su Canale 5 -. Nemmeno i miei figli lo sapevano. Non ricordo quante volte sia successo, ma più di una volta".  La moglie di Misseri, Cosima Serrano, e la loro figlia Sabrina sono state condannate in primo grado all'ergastolo per l'uccisione di Sarah Scazzi mentre lui è stato condannato a otto anni di reclusione per soppressione di cadavere.
 
"Sono stato legato sotto un albero - aggiunge - quel famoso albero di fico sotto il quale volevo lasciare Sarah. Vi ho lasciato lì Sarah, perchè quell'albero nascondeva troppe cose. È lì che mio padre ci legava, cioè mi legava con le mani dietro, dietro alla spalla. Potevi girare tutto l'albero, ma fuori dall'albero non uscivi, tanto non ti vedeva nessuno. Anche se passavano persone non ti vedevano. È lì che ho subìto quel che ho subìto...Non ricordo quanto, se rimanevo 2 ore, 3 ore. Ricordo che il più delle volte mia madre mi portava da mangiare di nascosto e poi prendeva botte da mio padre".
 
Alla psicologa, Michele racconta anche di aver sognato Sarah e di aver cercato di tirare fuori dal pozzo il cadavere: "La prima notte, dopo averla messa lì, l'ho sognata che diceva: 'Zio, ho freddo'. Anzichè andare a lavoro sono andato al pozzo con una corda per entrare e farla uscire fuori, ma non entravo, non entravo. Ho provato a entrare nel pozzo, ma non entravo perchè era troppo stretto. Giuro che se io fossi potuto entrare io a vederla legata... chissà, forse l'avrei portata io stesso in caserma, magari sarei esploso; Non lo so proprio, non lo so, non è stato possibile".

Tags:
misseriviolentatoavetrana
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.