A- A+
Cronache

 

"Ho cambiato casa tre volte, ma lui, non si sa come, è sempre riuscito a ritrovarmi. La criminologa alla quale mi sono rivolta mi ha spiegato le cose molto chiaramente: questa morbosa ossessione amorosa che è nata dal nulla, in un nulla potrebbe trasformarsi in odio". Monica Leofreddi, conduttrice televisiva vittima di stalking, parla al settimanale Oggi.

Nel numero in edicola da mercoledì racconta tutto ciò che le sta facendo paura: "Finora questa persona giustifica le sue azioni con un assurdo senso di protezione nei miei confronti, ma domani potrebbe anche cercare di farmi del male. Mi hanno consigliato di vivere blindata, assumendo tutta una serie di precauzioni. Ho dovuto cambiare l’asilo di mio figlio Riccardo perché il giardino in cui lo portavano a giocare era troppo visibile dalla strada. Ma io non ho la possibilità economica di assumere delle guardie del corpo", dice Monica. Che riassume tutte le tappe della vicenda, compresa la "richiesta di riconoscimento della paternità di mio figlio Riccardo, che Goffredo Imperiali (lo stalker, ndr) aveva inoltrato al Tribunale dei minori di Roma nel gennaio 2011, quindi dopo la mia denuncia per stalking. Quando il 17 gennaio mi hanno convocato in Procura, pensavo che volessero finalmente interrogarmi sulla persecuzione di quel tale. Invece il magistrato mi ha chiesto: “Signora, ma perché non fa vedere il figlio a suo marito?”.

Insomma, prosegue la conduttrice  "le mie denunce, circostanziate e documentate, erano cadute nel vuoto e infatti pensavano di archiviarle. La delirante istanza dello stalker, invece, era stata presa sul serio e io mi dovevo difendere dall’accusa di essere una madre degenere". Dice la Leofreddi con un pizzico di ironia: "Vuole sapere l’ultima? Mi ha intestato le sue due case. Stai a vedere, ho pensato, che ora mi toccherà pure pagargli l’Imu".

Tags:
monica leofreddistalkingcase
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.