A- A+
Cronache
Morì di tumore per le sigarette. Maxi-risarcimento anche in Italia
 

"Non può dubitarsi del nesso causale fra l'attività di assunzione di tabacco" da parte di un impiegato stroncato a 54 anni da un tumore ai polmoni e che ha fumato in una quarantina d'anni "quasi un milione di sigarette" - in media un pacchetto e mezzo al giorno - "e l'evento morte". E' quanto sostiene il giudice civile milanese Stefania Illarietti in una sentenza con cui ha condannato la British American Tobacco spa (già Ente Tabacchi spa) a un risarcimento di poco meno un milione di euro, compresi gli interessi, le spese legali e finanche il costo del funerale, ai familiari dell'uomo.

Il provvedimento, che è già esecutivo, si fonda su una sentenza con cui la Cassazione aveva inquadrato la "attività di commercializzazione e produzione" di sigarette come "pericolosa", su una consulenza tecnica disposta dal tribunale e anche sul fatto che prima del 1991, quando è diventato obbligatorio per legge, sui pacchetti di sigarette non compariva ancora l'avvertenza dei danni provocati dal fumo e del "rischio cancerogeno".

Arriva dunque anche in Italia una decisione simile a quella presa negli Stati Uniti, qualche giorno fa, un tribunale della Florida ha stabilito che la R.J. Reynolds Tobacco Company dovrà versare 23,6 miliardi di dollari di "danni punitivi" alla vedova di un uomo morto di cancro ai polmoni 18 anni fa. Si tratta della somma più alta mai fissata da una corte della Florida in una causa intentata da un singolo.

Tags:
sigaretterisarcimento
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO

Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO





casa, immobiliare
motori
Mercedes: il futuro è completamente elettrico

Mercedes: il futuro è completamente elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.