A- A+
Cronache
Muore a 88 anni Alexander Shulgin, inventore dell'ecstasy

E' morto all'eta' di 88 anni Alexander Shulgin, lo scienziato americano famoso per aver scoperto l'ecstasy. Shulgin, malato di cancro al fegato, aveva provato su di se' oltre 200 sostanze psicoattive, soprattutto negli anni Sessanta-Settanta. In particolare l'ecstacy, o Mdma, fu da lui provata per la prima volta dopo essere stata in precedenza gia' sintetizzata e brevettata sugli animali.

Shulgin la provo' e presento' i risultati dell'esperimento a uno psicologo dell'Oackland, Leo Zeff, che la introdusse nelle sue terapie. L'annuncio dlela morte di Shulgin e' stato messo su Facebook dove si spiega che lo scienziato e' deceduto "tra amici e parenti" con il sottofondo di "musica da meditazione buddista".

Tags:
mortoalexander shulgininventoreecstasy
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.