A- A+
Cronache

A fermarsi un momento dal fare la spesa non ci hanno nemmeno pensato. I clienti di una delle bancarelle del mercato di Valeggio, provincia di Verona, hanno continuato con le loro compere. Peccato che proprio ai piedi di quel banco ci fosse un cadavere. Gianfranco, 51 anni, è morto lì, mentre era fermo al banco del pesce. Ha chiesto aiuto invano dopo essersi sentito male. Poi si è accasciato ed è morto. E' stato coperto da un lenzuolo dagli agenti di polizia accorsi sul posto. Ma nessuno ha interrotto la spesa...

Ecco quello che riporta il quotidianlo locale L'Arena: "Alle 9,41", ha dichiarato Giovanni Tratta, comandante della polizia municipale, "eravamo già sul posto ed abbiamo provveduto a delimitare la zona per favorire l'attività dei soccorritori. Subito hanno provato con dei massaggi cardiaci e poi alternando il massaggio all'uso del defibrillatore. Per qualche momento è sembrato che la persona si riavesse dal malore. Poi, nonostante i tentativi di rianimarlo si siano protratti fin verso le 11 e il fatto che fosse arrivato anche l'elisoccorso, la persona non s'è più riavuto.Colpisce anche l'indifferenza di chi, poco distante da un cadavere che era coperto da un lenzuolo, si ferma tranquillamente a fare la spesa".

Tags:
infartomercato
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano

Scatti d'Affari
Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano





casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.