A- A+
Cronache
chiara poggi alberto stasi

Era il 13 agosto 2007 quando Chiara Poggi, giovane 26enne appena laureata in Economia, veniva uccisa nella sua villetta di via Pascoli a Garlasco. Il corpo viene ritrovato in cantina, giù dalle scale, nel primo pomeriggio dal suo fidanzato Alberto Stasi, 24 anni.

Il 14 agosto Alberto Stasi passa oltre 12 ore in caserma e qui racconta di essersi preoccupato non riuscendo a contattare la sua fidanzata e di essere andato a casa di lei.

Qui, non riuscendo a farsi aprire il cancello avrebbe scavalcato il cancello. Intanto una donna racconta di avere visto una bicicletta nera davanti alla casa dei Poggi.

Il 15 agosto 2007 accanto al posto dove si trovava il cadavere viene ritrovata l'orma di una scarpa da tennis. I Ris analizzano le scarpe di Alberto. Il 17 agosto si parla del ritrovamento di alcuni capelli e si chiarisce la dinamica dell'omicidio: il killer ha colpito Chiara violentemente e, mentre questa fuggiva, l'ha rincorsa per finirla.

Il 18 agosto, al funerale, Alberto Stasi piange abbracciato alla mamma di Chiara, trapela il mistero di una telefonata fatta dal numero di Stasi alla ragazza la mattina dell'omicidio: qualcuno avrebbe risposto parlando almeno 4 secondi. Gli interrogatori continuano e Stasi si contraddice per la prima volta: "Chiara era bianca in volto" ma chi l'ha vista racconta che era una maschera di sangue. Stasi non chiarisce e scoppia a piangere.

Il 20 agosto Alberto Stasi è formalmente indagato per l'omicidio della fidanzata. I carabinieri di Garlasco eseguono una perquisizione a casa Stasi sequestrando alcuni oggetti compatibili con le lesioni riscontrate sul corpo e il computer di Alberto sul quale lui dice di aver lavorato durante la mattina del delitto

I primi sospetti si concentrano su Alberto. Il 24 settembre il giovane viene arrestato con l’accusa di omicidio volontario aggravato da crudeltà. In carcere resta solo 4 giorni: il 28 settembre il gip dispone la scarcerazione per insufficienza di prove.

Il 24 settembre sulla bicicletta di Alberto vengono trovate tracce di sangue: il ragazzo non ha mai dichiarato di essersi recato da Chiara con questo mezzo di trasporto. Alberto viene fermato.

13 dicembre viene analizzato il computer di Alberto: non risulta essere stato usato la mattina del delitto e l'alibi di Stasi crolla. Il 31 dicembre la situazione di Alberto si aggrava quando all'interno del suo computer viene scoperto un abbondante archivio di materiale pornografico e pedo-pornografico. tra le immagini e i filmati c'è anche del materiale che lo ritrae in teneri atteggiamenti con la sua fidanzata.

Poi il processo di primo grado che si conclude con l’assoluzione con formula dubitativa. Il 6 dicembre 2011 arriva anche l’assoluzione in appello

 

Tags:
garlascopoggistasi
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.