A- A+
Cronache

 

ambulanza 500

Una lite furibonda tra proprietari e locatori sull'affitto non pagato. Poi l'attacco d'ira che poteva sfociare in tragedia. Un uomo ha preso un bimbo di un anno e lo ha gettato dalle scale . È successo in un appartamento di via Bezzecca a Padova. Durante la discussione il figlio 28enne dei proprietari dell'immobile, da tempo in cura per gravi problemi psichici, ha perso il controllo.

Ha afferrato il neonato della coppia di stranieri locatari l'ha scaraventato giù dal pianerottolo.Un volo di un paio di metri. Il piccolo è rotolato a terra e miracolosamente è rimasto illeso. Il ventottenne padovano è stato identificato dai carabinieri e ricoverato in ospedale nel reparto di Psichiatria. Visto il suo quadro clinico deficitario, nei suoi confronti non è stato preso alcun provvedimento penale.

Tags:
padovaneonatogettatolite
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.