A- A+
Cronache
Omicidio Palleschi, l'autopsia: uccisa a calci sul volto

Ha utilizzato le scarpe antinfortunistiche per massacrare a calci il volto di Gilberta Palleschi. L'assassino dell'insegnante d'inglese trovata morta mercoledi' 10 dicembre, a quaranta giorni dalla sua sparizione, secondo quanto emerso dall'autopsia non ha avuto alcuna pieta' per la poveretta. Gilberta Palleschi, 57 anni, dopo essere stata aggredita alle spalle mentre faceva jogging, e' stata finita a calci sul viso, pugni e diversi colpi di pietra dietro la nuca. L'esame autoptico ha inoltre confermato il vilipendio di cadavere ipotizzato dalla Procura. Il manovale si e' masturbato sul cadavere di Gilberta il giorno successivo all'omicidio e poi ha portato via i suoi indumenti intimi.

Una fine atroce quella della segretaria regionale dell'Unicef che ha lasciato sconvolti gli abitanti di Sora e l'intera provincia di Frosinone. Un'indagine lampo quella dei carabinieri della Compagnia di Sora e del Reparto operativo provinciale che ha consentito di consegnare alla giustizia uno spietato assassino.  

Tags:
omicidiopalleschiautopsia
in evidenza
La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO

La V° edizione, dal 26 al 28 agosto

La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO


in vetrina
Eleonora Berlusconi in vacanza La single più desiderata d’Italia

Eleonora Berlusconi in vacanza
La single più desiderata d’Italia





casa, immobiliare
motori
Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL

Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.