A- A+
Cronache
Papa Francesco, piace al 90% degli italiani

Il 90% degli italiani ha fiducia in Papa Francesco: è il dato, senza precedenti, che emerge dall’indagine condotta dall’Istituto Demopolis per Affaritaliani.it ad un anno dall’elezione di Bergoglio. “L’impatto sull’opinione pubblica in questi primi 12 mesi di Pontificato – afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento – appare straordinario: l’apprezzamento, che raggiunge il 95% tra i cattolici, risulta sorprendentemente alto, al 68%, anche nel segmento di non cattolici e non credenti: un valore superiore perfino alla stagione più intensa di Giovanni Paolo II. Del Papa argentino piacciono la vicinanza alla gente, indicata dal 75% degli italiani, ma anche la spontaneità e l’attenzione ai più deboli, segnalate da oltre i due terzi degli intervistati.

Forum/ La rivoluzione di Papa Francesco. Ti piace? Hai fiducia in lui?


Molto apprezzati – conclude Pietro Vento – risultano anche la sobrietà e l’impegno di Bergoglio per rinnovare la Chiesa”. Tra i gesti e gli eventi degli ultimi 12 mesi, analizzati da Demopolis, hanno colpito particolarmente le telefonate personali per dare conforto e la scelta di vivere a Santa Marta, rinunciando all’appartamento papale. La maggioranza assoluta cita anche la visita tra gli immigrati a Lampedusa, la denuncia di lobby in Vaticano ed il primo incontro della storia tra “due Papi”. Molte frasi sono rimaste impresse nella memoria degli italiani: dal “come vorrei una Chiesa povera per i poveri” all’invito ai giovani a “non lasciarsi rubare la speranza”; sino al “permesso, grazie, scusa: le tre parole della convivenza”. Ma sono in molti a ricordare anche la denuncia della “globalizzazione dell’indifferenza che rende tutti responsabili senza nome e senza volto”.



Il Papa “normale”, che “ride, piange ed ha amici”, ha ridato vitalità alla Chiesa, incidendo profondamente sul rapporto con l’opinione pubblica: la maggioranza assoluta dei cittadini – secondo il Barometro Politico Demopolis – ha migliorato negli ultimi 12 mesi il proprio giudizio sulla Chiesa Cattolica. In un anno Papa Francesco ha conquistato gli italiani. Il sondaggio dell’Istituto Demopolis si chiude con un quesito: se non fosse Papa e potesse ricoprire un ruolo in Italia, in che ruolo vedreste bene Jorge Mario Bergoglio? Il 78% degli italiani lo vorrebbe Presidente della Repubblica, il 65% lo vedrebbe a Capo del Governo. Dati, ancora una volta, senza possibili confronti…

Nota informativa - L’indagine è stata condotta dal 9 al 12 marzo dall’Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis, diretto da Pietro Vento, su un campione di 1.004 intervistati, rappresentativo dell’universo della popolazione italiana maggiorenne, stratificato per genere, età ed area geografica di residenza. Direzione della ricerca a cura di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Supervisione della rilevazione demoscopica cati-cawi di Marco E. Tabacchi. Metodologia completa ed approfondimenti sul sito www.demopolis.it 

LA CRONACA

“Riconoscenza per un magistero ricco di parole di segni, disponibilità piena e impegno fattivo al coinvolgimento in un cammino di conversione pastorale e missionaria, sostegno affettuoso nutrito di preghiera e di comunione fraterna”: sono i sentimenti con i quali la presidenza della Conferenza Episcopale Italiana, a nome di tutta la Chiesa che vive in Italia, si stringe attorno a Papa Francesco in occasione del primo anniversario della sua elezione, avvenuta il 13 marzo 2013.

“La gioia del Vangelo” – affermano i vescovi citando l’Esortazione apostolica Evangelii gaudium - “è verità che, durante questo primo anno del Suo pontificato, ci ha testimoniato con parole e gesti che hanno toccato il cuore di tutti. La riconoscenza della Chiesa che è in Italia – proseguono i presuli - si esprime oggi innanzitutto con la preghiera, che simbolicamente ci unisce ai suoi esercizi spirituali: il Signore la sostenga con la forza, la tenerezza e la sapienza del suo Santo Spirito, perché possa continuare a guidare la Chiesa nel suo compito di evangelizzazione con rinnovato fervore e dinamismo”.

“La gioia del Vangelo, infatti – sottolinea la Cei - è ‘gioia missionaria’: sul suo esempio, ci impegniamo a coinvolgerci sempre più nella vita quotidiana degli uomini e delle donne del nostro tempo, assumendola come orizzonte del nostro servizio. La nostra umile e piena disponibilità intende essere un segno concreto di condivisione di quell’esigente proposta di conversione pastorale e missionaria a cui lei esorta la Chiesa intera. Il suo richiamo al primato della misericordia di Dio ci porta a riconoscerci popolo in cammino, attenti al passo di chi fatica, pazienti con le situazioni difficili, fiduciosi nella fecondità del seme che, quando viene accolto, manifesta la sua potenza liberatrice anche nei luoghi più impensabili”. “L’augurio, quindi – concludono i vescovi italiani - diventa rinnovata apertura a quella permanente riforma a cui i Padri del Concilio ci spingono per fedeltà a Gesù Cristo”.

"Grazie Papa Francesco" per il "dinamismo apostolico che sta diffondendo e per il suo interesse di stare vicino a ciascuno in particolare". Cosi' monsignor Javier Echevarria, prelato dell'Opus Dei, in occasione dell'apertura a Roma del Convegno sul centenario della nascita di Alvaro del Portillo. Monsignor Echevarria ha sottolineato che la "spinta apostolica" di Bergoglio "e' un incentivo a far si' che tutti i cristiani si adoperino per portare l'amore e la misericordia di Gesu' fino all'ultimo angolo del mondo. Molti hanno riconosciuto in Papa Francesco il sacerdote autentico che prega molto e che sa ascoltare chi incontra".

Papa: paese d'origine dell'astigiano gli dedica nuova vigna
Portacomaro d'Asti, paese d'origine della famiglia di Papa Francesco ha deciso di dedicare al Pontefice la nuova vigna di Grignolino, di proprieta' del comune, impiantata lo scorso anno. Ad annunciarlo il sindaco Valter Pierini, in occasione del primo anniversario dell'elezione di Papa Francesco. "Un giorno ed una notte indimenticabili - ricorda - Avevamo appena concluso la riunione per definire il progetto di recupero ambientale e di mettere a dimora una nuova vigna in vista di Expo 2015, quando apprendemmo della fumata bianca. Non potevamo immaginare che, pochi minuti dopo, il nome del nostro paese sarebbe stato proiettato nella storia dell'elezione del Papa".

La nuova vigna di Grignolino dista meno di due chilometri da Bricco Marmorito, localita' in cui si trova la casa dei nonni di Papa Francesco. Il vigneto sara' gestito secondo i criteri dell'agricoltura sostenibile e della green economy e il vino prodotto sara' destinato a raccolte fondi da utilizzare per iniziative di interesse sociale, di intesa con il 'Comitato Papa Francesco', istituito ad Asti per iniziativa del vescovo, monsignor Francesco Ravinale. La prima vendemmia e' prevista per il settembre 2015.

Tags:
papafrancescoanniversario
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.