A- A+
Cronache
Pedofili vip in Gran Bretagna, Scotland Yard indaga su se stessa

Anche a Scotland Yard, quartier generale della polizia londinese, sembra ci sia del marcio. La Metropolitan Police, la polizia della capitale britannica, e' stata coinvolta nel terribile caso della rete di pedofili-vip che negli ultimi 35 anni ha abusato sessualmente di minori a Londra. La Metropolitan Police e' sospettata di aver orchestrato l'insabbiamento di 14 casi in cui agenti di polizia avrebbero coperto i pedofili-vip, arrivando anche ad ignorare anche le denuncie presentate dalle vittime delle violenze. Ora, scrive il Daily Mail, sara' la stessa Metropolitan Police ad indagare su se' stessa. 

Lo scandalo ha visto, a partire dagli anni 70, deputati, ministri, vertici della stessa polizia, giudici e popstar stuprare minori nel complesso di appartamenti riservato ai membri dei Comuni, 'Elm Guest House' di Rocks Lane nella zona sud-ovest di Londra. Nelle violenze sarebbero stati uccisi almeno tre dei minori abusati nel corso di orge nel complesso di edifici conosciuto come Dolphin Square a Pimlico.  

Tags:
pedofilivipscotland yardindaga
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico





casa, immobiliare
motori
DS Automobiles anticipa il futuro Full eletric con DS3 Crossback E-Tense

DS Automobiles anticipa il futuro Full eletric con DS3 Crossback E-Tense


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.