A- A+
Cronache

Picchiata e umiliata. Davanti ai suoi compagni di scuola. Brutti momenti per un ragazzina di 14 anni di origini marocchine ma residente a Padova. Aveva annunciato ai suoi genitori di volersi fermare in centro dopo le lezioni. Suo padre si è presentato fuori dall'istituto per fermarla. E lo ha fatto: con la violenza. L'uomo è stato denunciato dai carabinieri per lesioni volontarie aggravate.

La ragazza, scrive il Gazzettino, è stata curata dai sanitari per trauma cranico e contusioni giudicate dai medici guaribili in tre giorni. Nei confronti dell'immigrato era già stato emesso nei mesi scorsi un provvedimento di interdizione proprio per tenerlo lontano dalla figlia, contro la quale aveva più volte scatenato la sua violenza. Secondo quanto raccontato dai compagni, l'uomo a più riprese avrebbe detto alla figlia: "Non diventerai mai come loro, non te lo permetterò" e "vado in prigione, ma non ti lascio fare quello che vuoi".

Le nuove percosse sono arrivate dopo che c'era stata una telefonata con la quale l'adolescente annunciava al genitore di volersi fermare in centro a Padova con i compagni di scuola, usciti prima dalla classe per uno sciopero. Il padre l'ha raggiunta alla fermata dell'autobus, l'ha strattonata e spinta a terra, riempiendola di offese davanti a tutti.

Tags:
scuolamusulmanaviolenza
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.