A- A+
Cronache
Idonei al concorso per la Polizia, ma lo Stato non li fa lavorare

di Lorenzo Lamperti

twitter@LorenzoLamperti

Su Expo allarme sicurezza: "Mancano 15mila agenti". Ma 512 ragazzi considerati idonei al concorso della Polizia di Stato non vengono fatti lavorare. La dott.ssa Silvia Pispico, segretario provinciale di Fli a Lecce, lancia un appello a Renzi e Alfano: "E' una soluzione a costo zero, non mortificate le aspirazioni di questi ragazzi"

LA VICENDA - Manca ormai poco più di un anno all'inizio di Expo. Un evento internazionale, importante ma anche rischioso. Rischioso soprattutto dal punto di vista della sicurezza. Si stima che per soddisfare le esigenze di sicurezza manchino circa 15 mila agenti. Il ministro dell'Interno Alfano ha promesso interventi per risolvere la situazione, tra i quali lo sblocco del turnover delle forze dell'ordine.

NCD RISPONDE ALL'APPELLO

Ecco la risposta alla lettera di Silvia Pispico inviata al ministro Alfano e all'articolo di Affaritaliani.it.

Gent.ma dott.ssa Pispico, stiamo provvedendo a girare la Sua richiesta agli Organi comptenti.

Cordiali saluti

Ufficio stampa Ncd

Ma il paradosso è che dei ragazzi già pronti e idonei a svolgere questo lavoro non sono stati per ora presi in considerazione. Si tratta di 512 candidati risultati idonei al concorso "964 allievi agenti in Polizia di Stato del 2013". Ma finora la soluzione più ovvia non è stata adottata, vale a dire far lavorare questi ragazzi che per essere arruolabili in data utile per l'Expo dovrebbero cominciare la scuola entro e non oltre il mese di aprile 2014. Sarebbe inutile effettuare un altro concorso, perché in tal caso i nuovi vincitori sarebbero operativi solo nel dicembre 2015, cioè a Expo già bello che finito. Ad aprile mancano poche settimane ma per ora questi 512 ragazzi non sono stati chiamati da nessuno.

L'APPELLO AL GOVERNO - In realtà le organizzazioni sindacali hanno già dato il loro appoggio a questi ragazzi, che hanno trovato un grande aiuto nella dott.ssa Silvia Pispico, segretario provinciale di Fli a Lecce. "Non è più derogabile il contrasto dell'emergenza sicurezza", ha dichiarato l'avvocato Pispico. "E' anche per questo, non solo per esaudire il sogno di oltre 500 ragazzi che aspirando alla divisa onorano la Polizia di Stato, non è soltanto per rendere giustizia a chi ha dimostrato inequivocabilmente merito, che abbiamo intrapreso questa battaglia e abbiamo inviato una lettera a Matteo Renzi, neopresidente del Consiglio. Le forze dell'ordine, già bistrattate dai precedenti governi, hanno bisogno di rimpolpare i ranghi. E' ora che si tutelino veramente i cittadini". Dare il via libera ai 512 ragazzi idonei sarebbe una soluzione a costo zero, in un momento particolarmente drammatico per le casse non solo dello Stato ma anche della Polizia. 


1545679 416734441791633 194Silvia Pispico
 

Riportiamo qui sotto il testo delle lettere inviate dalla dott.ssa Silvia Pispico al ministro dell'Interno Angelino Alfano e al presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Egregio ministro Alfano,

rivolgiamo a lei il grido disperato che si leva da giovani che, sognando di indossare la divisa della polizia di Stato, onorano le istituzioni, ma anche dai cittadini italiani che, come lei può testimoniare, versano nell’emergenza sicurezza. Oseremmo dire che i cittadini italiani sono accerchiati dal malaffare e dal crimine organizzato, come possono confermare le cronache quotidiane. L’appello è quello dei 512 aspiranti poliziotti risultati idonei ma non vincitori di concorso, di cui si è occupato anche lei, signor ministro: si tratta di quelle unità che gioverebbero alla riuscita dell’Expo 2015, la manifestazione milanese che rischierebbe di lasciare in carenza di forze dell’ordine le altre città. Lei dichiarò essere stato sbloccato il turnover delle Forze dell’Ordine, operazione finalizzata a incrementare la sicurezza in vista dell'Esposizione universale. E assicurò che questo Stato "è più forte dell'anti-Stato e di chi intende violare le sue regole. Ancora nulla sappiamo riguardo a questi ragazzi che indossano la divisa né circa l’apprensione dei cittadini milanesi per la manifestazione attesa nella loro città per il prossimo anno. La questione, come lei ben sa, può essere facilmente risolta. Le unità devono iniziare il corso nel prossimo aprile, altrimenti non sarà più utile l’idoneità. Dunque non sono disponibili i cosiddetti tempi tecnici e si rischia di vanificare il concorso. La soluzione è l’ampliamento delle graduatorie, un procedimento rapido e anche economico, giacché è a costo zero! Si consideri che per un concorso per l'Arma dei Carabinieri si è eseguita una nuova procedura di arruolamento mediante scorrimento degli idonei della graduatoria 2012 per 1886 Allievi Carabinieri. Nella fattispecie, non solo sono stati assunti i vincitori, ma addirittura anche 48 idonei non vincitori ovvero tutti i restanti idonei presenti in graduatoria, che di conseguenza, è stata esaurita. Non può essere adottata questa soluzione per la Polizia di Stato? Signor ministro dell’Interno, mostri un segnale agli uomini di buona volontà, dimostri che in questo nostro Paese la meritocrazia è ancora possibile. Né l’intervento dei sindacati di polizia né volenterosi parlamentari di opposti schieramenti hanno giovato allo sblocco della situazione, nonostante l’annunciato sblocco del turnover delle forze dell’ordine. La soluzione che le sottoponiamo consentirà di evitare costi gravanti sul ministero dell’Interno e di coronare il sogno di oltre 500 ragazzi in un periodo dominato dalla sfiducia nel futuro e nelle istituzioni, una realizzazione che gioverà anche alle rispettive famiglie. Ma soprattutto, come già espresso, l’assunzione di queste unità comporterà un rinfoltimento dei ranghi della Polizia di Stato con conseguente miglioria della sicurezza. Le scrivo non solo come attivista di un movimento politico che ha nelle proprie corde i problemi della sicurezza, ma anche come cittadino che non si rassegna al crimine e alla mortificazione delle aspirazioni dei propri coetanei. Confidiamo in lei che proviene da una cultura politica affine alla nostra e che potrà “contagiare” componenti del governo di diversa sensibilità.

Nel ringraziarLa per l’attenzione, auguro buon lavoro nell’interesse d’Italia.

Silvia Pispico

(Segretario provinciale di Lecce per FLI - Movimento per Alleanza Nazionale)

 

Egregio Presidente del Consiglio dei Ministri, Dott. Matteo Renzi,

questa mia per sottoporre alla Sua attenzione il caso, già segnalato dalla ex parlamentare Adriana Poli Bortone, riguardante 512 giovani risultati idonei ad essere assunti nella Polizia di Stato, ma non vincitori del concorso. Ciò costituisce un danno non solo per questi ragazzi che assistono all’ennesima mortificazione della tanto agognata meritocrazia, ma anche per evitare una ingiustificabile penalizzazione dell’efficienza dell’Expo 2015. Si ricorderà, infatti, che lo stesso ex vicepresidente del Consiglio dei Ministri si era impegnato a far sì che la manifestazione prevista a Milano sia caratterizzata da un elevato livello di sicurezza e allo scopo sarebbero utili i vincitori di concorso suddetti. Una misura che servirà a non lasciare in carenza di forze dell’ordine le altre città. Chiediamo pertanto di risolvere presto la questione, anche perché è possibile farlo ricorrendo all’ampliamento della graduatoria, come già avvenuto per un concorso per diventare carabinieri. Significherebbe fornire un segnale di efficienza amministrativa e di economicità, visto che la soluzione è a costo zero. La questione ha già suscitato l’interesse di alcuni parlamentari, nonché della stampa, oltre che , ovviamente, dei sindacati di polizia. Investiamo il nuovo governo, da lei presieduto, a risolvere il problema concernente sia la sicurezza che l’occupazione di oltre 500 ragazzi, come evidenziato nei giorni scorsi dagli organi di informazione, i cui articoli le proponiamo in rassegna.

Confidando nella sua sensibilità, certi dell’attenzione che vorrà dedicare alla questione soprattutto in questo momento di emergenza della sicurezza, Le auguro buon lavoro e cordialmente saluto.

Silvia Pispico

(Segretario provinciale di Lecce per FLI)

Tags:
poliziaexpoconcorso
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.