A- A+
Cronache
Arriva in Europa la carne dopata. "Rischi ambientali e sanitari"

Se gli Stati Uniti e l'Unione Europea si accordassero sulla tratta transatlantica, gli orami celebri polli al cloro e i bovini agli ormoni finiranno davvero per arrivare nei nostri piatti? Sembra proprio di sì, nonostante l'opacità nelle negoziazioni, i rischi ambientali e le tante polemiche.

La lista delle obiezioni sulla tratta transatlantica è lunga. Una delle questioni più emblematiche riguarda la rivoluzione sanitaria che potrebbe derivare dall'accordo. In altri termini, i piatti dei cittadini europei saranno presto riempiti di pollo al cloro? Molto frequente negli Stati uniti per sradicare la salmonella, la pulizia del pollo al cloro è formalmente proibita nell'Ue, così come ogni altra forma di trattamento chimico, passibile di portare contaminazioni.

L'Ue appare convinta sin dall'inizio delle negoziazioni sulla tratta transatlantica su un punto fermo: i principi sanitari in vigore all'Ue non saranno messi in discussione. I polli americani, che non sono più venduti in Europa dal 1997, resteranno proibiti sul Vecchio Continente. Una posizione che segue la decisione del 2008, quando la Commissione Europea propose di autorizzare l'importazione del pollo. Ora si pensa a un tribunale sovranazionale che dirima la questione, costringendo l'Europa a importare.

Il rischio è chiaro: un tribunale del genere potrebbe dare la possibilità a un'azienda di attaccare un Paese e l'accordo metterebbe in pericolo le regole europee. E secondo qualcuno anche un rischio per la salute.

Tags:
pollocloro
in evidenza
La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale

Il video che inchioda Di Maio

La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.