A- A+
Cronache
Scuola, Bonanni: "Precari condannati a nuove lunghe vie crucis"

Dura, e immediata, la reazione di Raffaele Bonanni, Presidente Associazione Nazionale Scuola italiana (ANSI), che non ha perso tempo nel denunciare la piega che sta prendendo l’esame parlamentare e i potenziali rischi per quei circa 60 mila precari in attesa di essere inseriti nel corpo docente MIUR.  

"È stupefacente che anche di fronte alle urgenze della scuola, dei disoccupati, dei programmi Pnnr, alcuni ambienti corporativi vogliano a tutti i costi far prevalere interessi particolari”, ha commentato Bonanni. “Quello che emerge è che la pandemia ha sdoganato il ricorso all'online in ogni attività privata, ma non in alcuni settori pubblici. E questo è ancora più grave se si considera che dovranno sostenere i corsi diverse decine di migliaia di precari che da diversi anni attendono di essere assunti”. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lavoroprecariscuola
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica

Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica





motori
FIAT svela la nuova Grande Panda: ritorno al futuro con design italiano

FIAT svela la nuova Grande Panda: ritorno al futuro con design italiano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.