A- A+
Cronache

 

TRIBUNALE

Il gioco a premi su Rai uno è stato "assolutamente scorretto". A dirlo è il procuratore aggiunto Leonardo Frisani che stabilito che Striscia la Notizia non diffamava Affari tuoi quando denunciava che "i concorrenti più accorti erano messi in grado di individuare i pacchi contenenti i premi più ricchi".

Ezio Greggio, Antonio Ricci, Jimmy Ghione e Valerio Staffelli hanno quindi descritto la verità nei servizi televisivi. E, di conseguenza, le querele per diffamazione contro lo staff di "Striscia" presentate tra il febbraio 2010 e lo stesso mese dell'anno successivo devono essere archiviate.

Il Gup deciderà il 26 marzo. Nel frattempo le cose sono cambiate: "Oggi la trasmissione adotta regole trasparenti e ogni passaggio è blindato a livello di sicurezza", sottolinea la Rai. Nel provvedimento di tre pagine, Frisani ricostruisce la vicenda. Il pm ricorda che lo scontro tra le trasmissioni delle tv concorrenti inizia nel 2005, quando i servizi dello staff di Ricci sollevano dubbi sulla regolarità del gioco a premi.

Sull'ipotesi che sia "pilotato" gli inquirenti hanno esaminato tutti i passaggi del programma. Per la Procura nel periodo preso in esame "il meccanismo di predisposizione dei pacchi era stato modificato, consentendo ad alcuni concorrenti di individuare dove fossero nascosti i premi in denaro".

Tags:
striscia la notiziaaffari tuoipremi truccati
in evidenza
"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

Zorzi torna su discovery con Tailor Made. La video-intervista

"La borsa di Chanel irrinunciabile. La moda? Oggi inorridisco per..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”

Scatti d'Affari
Banca Generali: presentati gli scatti relativi all’SDG numero 2 “Fame zero”





casa, immobiliare
motori
Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura

Nuova DS 7, eleganza e comfort in un’unica vettura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.