A- A+
Cronache
facebook

Non ce l'ha fatta a reggere il peso di tutti quegli insulti e così ha deciso di togliersi la vita, a soli 14 anni. Hannah, studentessa inglese modello, era diventata bersaglio dei troll sul sito Ask.fm. La ragazzina si era iscritta al  sito per scambiare messaggi anonimi con altri utenti. In pochissimo tempo era diventata oggetto di ogni tipo di insulto. "Mucca, t...a, se muori nessuno se ne accorgerà", erano solo alcune delle frasi che Hannah riceveva tutti i giorni sulla sua bacheca. Secondo un amico qualcuno le avrebbe anche suggerito come farla finita, invitandola "a bere candeggina". Qualcuno ora parla di segnali evidenti del disagio della ragazza, ma nessuno poteva immaginare che potesse arrivare a tanto. Il giorno prima di morire la ragazzina ha postato su Facebook un messaggio con una chiara richiesta di aiuto: "Pensi di voler morire ma in realtà vuoi solo essere salvata".

Il padre, sconvolto, ha iniziato una campagna contro il sito con il tentativo di chiuderlo definitivamente per evitare che qualcun altro possa andare incontro alla tragedia che lui e la sua famiglia sta vivendo. Sul web è stata già lanciata una raccolta firme e una pagina in suo ricordo. Sono in migliaia a iscriversi a siti come Ask.fm., un social network, disponibile anche in italiano, la cui società fa base in Lettonia, serve apparentemente per scambiarsi domande e risposte su vari argomenti. Consente però agli utenti di mandare messaggi in forma anonima diventando un mezzo tra i ragazzini per comunicare. E soprattutto per scambiarsi insulti. Le domande possono essere fatte sia in forma testuale che video, e possono essere dirette sia ad una particolare persona o direttamente a tutta la community. Ask.fm nel giugno 2012 dichiarava oltre 60 milioni di utenti e in Italia occupa la posizione 128 nella classifica dei siti più visitati. In Gran Bretagna sono già 4 i ragazzini che si sono tolti la vita dopo aver navigato su questo sito.

Tags:
facebooksuicidio
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.