A- A+
Cronache
"Ristorante vuoto perché sono gay". La denuncia dello chef napoletano

Arezzo, la denuncia dello chef napoletano ex star di "Un posto al sole"

“Ristorante vuoto perché sono gay”. Questa la denuncia di Mariano Scognamiglio, ex star della fiction Rai “Un posto al sole” e ora chef. Conosciuto anche per aver partecipato al programma “Quattro ristoranti” di Alessandro Borghese, Scognamiglio vede nella sua partecipazione “una condanna”.

"Abbiamo aperto un ristorante, e nel 2020 abbiamo partecipato ad una trasmissione televisiva che ci ha dato visibilità, ma è anche stata la nostra condanna”, spiega lo chef. “Nella cittadina in cui viviamo non è stato apprezzato il fatto che siamo una coppia di due uomini che condividono la vita, e che ora tutta l'Italia ne è a conoscenza. Per giunta ci si è messa anche la pandemia di Covid-19 che per due anni ci ha visti chiusi senza nessun guadagno e senza alcun aiuto dalle istituzioni italiane", continua nella sua denuncia.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gayristorante
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"L'importanza di chiamarsi Giorgia": in libreria i fumetti dedicati all'ascesa di Meloni

Nuova uscita PaperFirst

"L'importanza di chiamarsi Giorgia": in libreria i fumetti dedicati all'ascesa di Meloni


in vetrina
Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio

Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio





motori
Maserati TRIDENTE: lusso e innovazione full-electric sull’acqua

Maserati TRIDENTE: lusso e innovazione full-electric sull’acqua

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.