A- A+
Cronache

"Bomba" sul processo Ruby. Il ministro alla funzione pubblica del Marocco ha dichiarato, in un'intervista a un giornale arabo, che la ragazza era maggiorenne all'epoca dei fatti contestati a Berlusconi. Fu proprio lui a firmare l'atto di nascita della ragazza. Ora lo spedirà al consolato di Milano.

Per il ministro marocchino, Mohamed Mobdii, la ragazza sarebbe stata maggiorenne all'epoca delle frequentazioni con Silvio Berlusconi. Mobdii è stato deputato nella zona in cui risiedeva la famiglia di Karima El Mahroug, nota come Ruby. Il ministro ha spiegato di aver conservato "il file della nascita", oltre ad aver avuto una richiesta del consolato marocchino a Milano di spedire tutti "i documenti in una valigia diplomatica", in modo da evitare falsificazioni.

Per la vicenda Ruby, i giudici di Milano hanno condannato il leader di Fi a sette anni, colpevole dei reati di concussione per costrizione e prostituzione minorile.

Procura di Milano: "Nessun dubbio fosse minorenne" - "Non c'e nessun dubbio sul fatto che Ruby fosse minorenne nel febbraio 2010". E' quanto fanno sapere in Procura a Milano a proposito delle dichiarazioni del Ministro per la Funzione Pubblica del Marocco il quale, in un'intervista a un quotidiano locale, ha affermato che Karima era maggiorenne all'epoca della sua partecipazione alle serate ad Arcore nella residenza di Silvio Berlusconi. "In ogni caso - spiegano le stesse fonti - noi il processo l'abbiamo fatto, ora sono questioni che riguardano eventualmente la Corte d'Appello".

Tags:
rubyprocesso rubyberlusconi al colle
in evidenza
Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

Politica

Paragone, picconate a Burioni
"Ti ho denunciato e...". VIDEO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.