A- A+
Cronache
scajola dimesso 4

Una cartellina con dentro particolari sulla relazione tra Berlusconi e Virginia Sanjust. Anche questo tra le carte riservate sequestrate a casa di Claudio Scajola. Dal rapporto tra il Cav e l'ex annunciatrice della Rai nacque un caso dopo le denunce dell'ex marito della Sanjust, di professione agente dei servizi segreti. Trovati anche documenti sulle polemiche a proposito della scorta a Marco Biagi e sulle violenze del G8 a Genova. Lui si difende: "Con tutti questi segreti nelle mie mani, Berlusconi manco mi ha voluto ricandidare... Sono solo copie di documenti che possiedo legittimamente".

L'AMANTE DI BERLUSCONI E IL G8 DI GENOVA - Tra i documenti sequestrati uno di quelli più scottanti è certamente una cartellina riguardante Berlusconi e la sua relazione con una soubrette televisiva. Si tratta di Virginia Sanjust, ex annunciatrice della Rai. La relazione tra Berlusconi e la Sanjust fece molto scalpore ed ebbe anche ripercussioni fino al ministero dell'Interno. Sì, perché dalla liaison nacquero delle denunuce dell'ex marito di Virginia, un agente dei servizi segreti. Ma non è tutto. Tra le carte rinvenute a casa Scajola anche note riservate che riguardano le polemiche sulla scorta di Marco Biagi e le violenze al G8 di Genova. 

SCAJOLA:"NON SONO UN CORVO" - L'ex ministro del governo Berlusconi ha replicato alle accuse: "Ma quale corvo. L'informativa mi è stata messa nella buca delle lettere dell'ufficio di via Matteotti, che si trova sulla strada, non nel portone, nella seconda metà di gennaio (si riferisce all'informativa della polizia postale su Minasso, ndr). Ho sbagliato a non consegnarle alla polizia? Se lo avessi fatto diventava subito una roba pubblica. Proprio come è diventata pubblica appena me l'hanno sequestrata". E sul dossier legato a Berlusconi afferma: "Con tutti questi segreti nelle mie mani, lui manco mi ha voluto ricandidare... Siamo seri per favore. Sono solo copie di documenti che possiedo legittimamente, niente di segreto".

GLI ALTRI DOCUMENTI - I documenti detenuti da Scajola erano custoditi in un cassetto con su scritto "documenti riservati". Si tratta di note trasmesse dai servizi segreti, di annotazioni delle forze di polizia, di trascrizioni di intercettazioni e anche di stralci di atti relativi a procedimenti giudiziari, tra i quali una querela contro Silvio Berlusconi. Tra le carte un'informativa dei carabinieri, datata 1998, in cui si sostiene che Eugenio Minasso, ex leader di An nella provincia di Imperia, era un consumatore di cocaina. Inoltre è stato ritrovato anche un dossier riguardante delle inchieste delle procura romana su Berlusconi. Tra l'altro lo stesso Minasso ha ridimensionato il tutto, intervistato dal quotidiano ligure: "E' una vicenda molto vecchia nata quando una persona di cui ero affettivamente molto amico venne fermata con un po' di droga e raccontò cose non attendibili agli inquirenti, forse per cercare di salvare se stesso. Però tutto si fermò lì".

"VI HO TUTTI IN PUGNO" - Fatto sta che le speculazioni sui dossier sono partite. E qualcuno ricorda le frasi proununciate da Scajola durante il coordinamento regionale del Pdl dello scorso 1° dicembre. Rivolgendosi ai coordinatori liguri, tra i quali lo stesso Minasso, disse: "So tutto di voi per gli incarichi istituzionali che rivestivo, conosco i vostri segreti, anche se non ho mai utilizzato le vicende delicate che vi riguardano contro di voi". Era da tempo, infatti, che tra l'ex ministro e il partito non correva buon sangue, quantomeno a livello locale dove forse Scajola si aspettava un po' di sostegno e appoggio in più in seguito alle inchieste giudiziarie nelle quali era rimasto coinvolto.

Tags:
scajoladossierservizi segreti
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.