A- A+
Cronache

Lutto nel mondo della Formula Uno e dei motori: e' morto Andrea De Cesaris. L'ex pilota dei bolidi da pista, 55 anni, nativo di Roma, ha perso il controllo della moto che conduceva ed e' finito contro la barriera in cemento che delimita le corsie del GRA in quel tratto. L'incidente e' avvenuto nel pomeriggio in zona Bufalotta. Il decesso e' stato pressoche' istantaneo, subito dopo l'impatto contro il jersey in cemento. Sul posto e' intervenuto personale della Polizia stradale per i rilievi del caso, e dalle prime indagini non sembra ci siano responsabilita' di terzi o comunque che nell'incidente siano rimasti coinvolti altri mezzi. Puo' darsi che all'origine di tutto vi sia stato un malore oppure una distrazione dell'ex pilota, o ancora un'improvvisa avaria al mezzo che l'ha portato ad andare a sbattere contro la barriera. Proseguono comunque gli accertamenti per fare luce sulla tragica fine del popolare De Cesaris.

Tra i primi a commemorare De Cesaris la Scuderia Ferrari che insieme ai suoi tifosi si e' detta vicina alla famiglia di Andrea. Nato a Roma il maggio 1959, Andrea "de Crasheris" come lo chiamavano i giornali specializzati britannici per i suoi tanti incidenti in corsa, inizio' con i kart nel 1972, vincendo nel giro di qualche anno sia il titolo italiano che europeo. Il passaggio alle vetture da formula nel '77, anno in cui prese parte al campionato di Super Ford, prima di passare alla Formula 3 britannica l'anno sucecssivo. Ingaggiato nella squadra di Tim Schenken, durante il suo primo anno chiuse la stagione al settimo posto, mentre nel 1979 fu protagonista di un lungo duello per la conquista del titolo con Chico Serra, il quale, alla fine, riusci' a prevalere, anche a causa di alcuni errori del pilota romano. Sucecssivamete in Formula 2 vinse la gara di Misano, chiudendo il campionato al quinto posto. Nell'80, finalmente, l'esordio in F.1 in cui rimase fino al 1994, cambiando spesso e volentieri scuderia. I migliori risultati li ottenne con l'Alfa Romeo, vestendo anche la tuta di McLaren, Ligier, Minardi, Brabham, Rial, Scuderia Italia, Jordan, Tyrrell e Sauber. Tra i piu' veloci e' stato, come detto, anche tra quelli che ha avuto piu' incidenti. Nel suo palmares non c'e' nessun successo nei Grand Prix, ma il record di maggior numero di Gare disputate senza appunto ottenere una vittoria. De Cesaris detiene anche il record di ritiri, 148 in totale, e di ritiri consecutivi, ben 22. Per lui anche 214 Gran premi disputati (208 partenze), 5 podi, 59 punti iridati, una pole position ed un giro piu' veloce.

Tags:
de cesaris
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.