A- A+
Cronache

E' sconcertante e allo stesso tempo deprimente leggere la notizia che un ragazzo di 15 anni riesce a brevettare un test per scoprire celermente lo sviluppo del tumore al pancreas una delle neoplasie più letali. La cosa sconcertante è che è un test semplice non invasivo e che costa solo 3 centesimi di dollaro contro gli 800 del precedente test delle case farmaceutiche.

Lo sconcerto è data dal fatto che ben 199 ricercatori a cui il brevetto fu inviato dal novello "Einstein " non lo ritennero efficace. Solo uno capì l'importanza e la validità della scoperta e approfondì la scoperta. Ecco un lampante esempio di come siano potenti le case farmaceutiche e del motivo per cui a molte letali malattie non si riesca a trovare un farmaco efficace e poco costoso. E sì, il test di questo quindicenne costa 3 centesimi, quello delle case farmaceutiche 800 dollari ed è meno preciso di quello del "novello" Einstein. E questo per me è solo la punta dell'iceberg, chissà quante scoperte rivoluzionarie in campo medico sono state boicottate per ragioni economiche.

Massimo Puricelli
Legnano (Milano)

Tags:
scopertagiovanepancreas
in evidenza
Tatangelo, bikini fa girare la testa Britney Spears senza il reggiseno

E Ilary Blasi... FOTO DELLE VIP

Tatangelo, bikini fa girare la testa
Britney Spears senza il reggiseno

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi

Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi





casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.