A- A+
Cronache
Sinodo, rivoluzione-Francesco: ci sarà un documento finale

Papa Francesco ha deciso una vera e propria rivoluzione nel governo della Chiesa Cattolica. A partire dal Sinodo Straordinario che si apre domenica (sulle sfide attuali alla pastorale familiare) non sara' piu' il Pontefice a tirare le fila del dibattito sulla base delle "propositiones" votate dai padri sinodali, ma sara' il Sinodo stesso ad approvare un documento finale che sara' poi pubblicato senza modifiche da parte del Papa.

Lo ha annunciato il segretario del Sinodo, cardinale Lorenzo Baldisseri. "Le propositiones - ha spiegato ai giornalisti - erano distinte su vari temi. Poi occorreva una mente che mettesse insieme le cose (per redigere l'Esortazione Apostolica post-sinodale, che era comunque un documento scritto e firmato dal Papa e non dal Sinodo, ndr): noi vogliamo che invece di avere 70 proposte il Sinodo ne faccia una che includa le 70".

E uno dei punti in discussione sarà sicuramente quello dei cattolici divorziati. Non mancano nella Chiesa di oggi "diverse esperienze di pastorale della famiglia e di impegno politico e sociale in sostegno delle famiglie, sia quelle che vivono una vita matrimoniale ordinaria, sia quelle segnate da problemi o rotture", ha sottolineato oggi Francesco in un testo consegnato ai presidenti delle Conferenze Episcopali Europee riuniti a Roma per l'assemblea plenaria della Ccee.

"E' importante - afferma Bergoglio - cogliere queste esperienze significative presenti nei diversi ambiti della vita degli uomini e delle donne del nostro tempo, sui quali esercitare un opportuno discernimento, per poi 'metterli in rete', coinvolgendo cosi' altre Comunita' diocesane. La collaborazione tra Pastori e famiglie si estende anche al campo dell'educazione".

Secondo Bergoglio, "il tema della Plenaria, 'Famiglia e futuro dell'Europa', costituisce un'occasione importante per riflettere insieme su come valorizzare la famiglia, in quanto preziosa risorsa per il rinnovamento pastorale". "Mi pare sia importante - sottolinea il Papa - che pastori e famiglie lavorino insieme, con spirito di umilta' e dialogo sincero, affinche' le comunita' parrocchiali diventino 'famiglia di famiglie'". Francesco ha citato nel suo discorso le "interessanti esperienze" delle chiese locali in tema di pastorale per le famiglie, "su cui - scrive il Papa - volgere la necessaria attenzione e accrescere una proficua collaborazione: fidanzati che vivono seriamente la preparazione al matrimonio; coppie di sposi che accolgono figli di altri in affido temporaneo o in adozione; gruppi di famiglie che in parrocchie o nei movimenti si aiutano nel cammino della vita e della fede". Secondo il Pontefice, "la famiglia che adempie bene alla sua missione nei confronti dei suoi membri e' una scuola di umanita', di fraternita' di amore, di comunione, che prepara dei cittadini maturi e responsabili". "Una aperta collaborazione tra realta' ecclesiale e famiglia, favorira' - asicura Bergoglio - la maturazione di uno spirito di giustizia, di solidarieta', di pace e anche di coraggio nelle proprie convinzioni".

Tags:
sinodopapa francescovescovi
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.