A- A+
Cronache

Due boss messinesi, Calogero e Vincenzino Mignacca, latitanti dal 2008 sono stati scovati questa notte dai carabinieri di Siracusa e di Messina in un casolare alla periferia di Lentini (Siracusa). Uno dei due fratelli, Vincenzino Mignacca e' morto dopo essersi sparato un colpo di pistola mentre l'altro, pure lui armato, e' stato bloccato dai militari. I due, coinvolti nell'operazione antimafia, Icaro-Romanza, sono stati condannati all'ergastolo con l'accusa di associazione mafiosa, omicidi ed estorsioni commessi tra il 1997 e il 2000 nell'hinterland tirrenico messinese.

I carabinieri del Gis dopo aver circondato il casolare hanno piu' volte intimato ai due fratelli di arrendersi, quindi hanno fatto irruzione sfondando la porta e immobilizzando Calogero Mignacca che si trovava all'ingresso ed era in possesso di una pistola. Il fratello Vincenzino, anche lui armato, era dentro un'altra stanza, all'arrivo dei militari, si e' suicidato sparandosi un colpo alla testa. I particolari dell'operazione saranno resi noti in una conferenza stampa prevista per domani presso il comando provinciale dei carabinieri di Messina.

Tags:
siracusalatitanti
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia





casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.