A- A+
Cronache
Siria, "Per Greta e Vanessa pagati 11 milioni"

"Non riteniamo - fa sapere l'Unita' di Crisi della Farnesina - di dover commentare supposte fonti giudiziarie di Aleppo o del sedicente tribunale islamico del movimento Nureddin Zenkin". "In ogni caso non risulta nulla di quanto asserito", aggiunge l'Unita' di crisi, riferendosi alle notizie secondo le quali, per il rilascio di Greta e Vanessa, le due cooperanti rapite in Siria lo scorso anno, sarebbe stato pagato un riscatto di circa 11 milioni di euro. Secondo tali notizia, una delle persone coinvolte nel negoziato e' stata condannata il 2 ottobre. Il tribunale islamico del Movimento Nurreddin Zenki (indicato come coinvolto nel sequestro) avrebbe condannato Hussam Atrash, considerato uno dei signori della guerra locali). Secondo la condanna, l'uomo, basato ad Abzimo, la localita' dove scomparvero le due cooperanti italiane, si e' intascato 5 degli 11 milioni di euro.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
siriagretavanessamilioni
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"





casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.