A- A+
Cronache

 

osama di bin laden

La South Fork Industries ha avuto un'idea che sta facendo discutere molto. Da Dalton Gardens, in Idaho, l'industria ha lanciato dei proiettili al maiale, “un deterrente difensivo contro chi agisce violentemente in nome dell’Islam”, dice lo slogan dell’azienda.

I proiettili sono dipinti con una vernice che conterrebbe parti di maiale. “Con la Jihawg Ammo, non solo uccidi il terrorista islamico, lo spedisci anche all’inferno. Ciò dovrebbe dare agli aspiranti martiri qualcosa a cui pensare prima di lanciare un attacco. Se mai ti sarà necessario difendere te e quelli attorno a te, il nostro proiettile lavora su due livelli” 

Già ai tempi dell'uccisione di Osama bin Laden un produttore americano di lubrificante per pallottole aveva sostenuto che il capo dei terroristi islamici era stato colpito con proiettili ricoperti dal suo olio a base di grasso di maiale, venduto dal 2004 ai militari Usa. Questo sempre perchè, seguendo una certa tradizione religiosa, i terroristi pensano che non potrebbero andare in paradiso una volta colpiti da queste pallottole sporcate da un animale impuro

Tags:
usaproiettilimaiale
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.