Sono stati quattro ragazzi di buona famiglia, tutti iscritti all'Università, a sparare venerdì sera con un fucile da softair a un gruppo di prostitute e transessuali, in viale del Lavoro a Verona.

E' accaduto poco prima di mezzanotte e secondo la squadra mobile scaligera si sarebbe trattato di un gesto premeditato, tanto che i quattro avevano predisposto due telecamere per riprendere quella che poi definiranno una "bravata": una sul tettuccio dell'auto, l'altra sul fucile per riprendere in soggettiva gli spari. Secondo gli investigatori quella sera sarebbero stati almeno sette i bersagli.

La vittima più grave è una cittadina brasiliana, colpita alla tempia: questione di centimetri e avrebbe potuto perdere l'occhio. A chiamare la polizia è stata una collega di quest'ultima, che in un primo momento aveva tentato di farsi giustizia da sola speronando l'auto con i quattro ragazzi alla guida. I balordi abitano tutti a Villafranca di Verona: il più giovane ha 20 anni, il più "grande" 23. Con loro anche una ragazza di 21 anni. A casa del 23enne proprietario del fucile, gli agenti hanno trovato anche una balestra e un altro fucile softair, un'imitazione di un'arma a pompa, con un'ottica montata.

2013-12-04T08:44:20.757+01:002013-12-04T08:44:00+01:00truetrue956116falsefalse4Cronache/cronache413100369572013-12-04T08:44:20.817+01:009572013-12-04T10:10:55.607+01:000/cronache/sparano-trans-filmano-ragazzi041213false2013-12-04T08:45:56.54+01:00310036it-IT102013-12-04T08:44:00"] }
A- A+
Cronache

 

carabinieri

Sono stati quattro ragazzi di buona famiglia, tutti iscritti all'Università, a sparare venerdì sera con un fucile da softair a un gruppo di prostitute e transessuali, in viale del Lavoro a Verona.

E' accaduto poco prima di mezzanotte e secondo la squadra mobile scaligera si sarebbe trattato di un gesto premeditato, tanto che i quattro avevano predisposto due telecamere per riprendere quella che poi definiranno una "bravata": una sul tettuccio dell'auto, l'altra sul fucile per riprendere in soggettiva gli spari. Secondo gli investigatori quella sera sarebbero stati almeno sette i bersagli.

La vittima più grave è una cittadina brasiliana, colpita alla tempia: questione di centimetri e avrebbe potuto perdere l'occhio. A chiamare la polizia è stata una collega di quest'ultima, che in un primo momento aveva tentato di farsi giustizia da sola speronando l'auto con i quattro ragazzi alla guida. I balordi abitano tutti a Villafranca di Verona: il più giovane ha 20 anni, il più "grande" 23. Con loro anche una ragazza di 21 anni. A casa del 23enne proprietario del fucile, gli agenti hanno trovato anche una balestra e un altro fucile softair, un'imitazione di un'arma a pompa, con un'ottica montata.

Tags:
sparanosquilloragazziverona
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.