A- A+
Cronache

 

Una voce inquietante quella che emerge dagli interrogatori. Era il 28 aprile scorso, giorno del giuramento del governo Letta. "Volevo colpire i politici'' dice l'uomo. ''Volevo fare qualcosa di eclatante contro i politici. Volevo colpirne due o tre, non lo so... Poi uccidermi". Il Gr Rai riporta le prime parole di Luigi Preiti tre ore dopo gli spari davanti a palazzo Chigi.

"Ho visto che era difficile colpirli, non c'era nessuno di loro e ho sparato contro la prima divisa che ho visto, ho sparato alla cieca, non li ho scelti, non ce l'ho con i carabinieri, mi dispiace parecchio per quelle due persone", dice ancora l'uomo.

Tags:
preitivocesparatoriapalazzo chigi
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.