A- A+
Cronache
Napolitano


Vanno distrutte al più presto le intercettazioni disposte nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta trattativa Stato-Mafia delle conversazioni tra il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e l'ex ministro dell'Interno, Nicola Mancino. Lo ha stabilito la sesta sezione penale della Cassazione, dichiarando inammissibile il ricorso presentato da Massimo Ciancimino.

Ciancimino, infatti, aveva impugnato l'ordinanza con cui il gip di Palermo, l'8 febbraio scorso, gli aveva negato la possibilita' di ascoltare le registrazioni di quelle conversazioni: a suo parere, essendo imputato nel procedimento, la decisione del gip, con la quale si stabiliva di procedere con la distruzione dei nastri, come sancito anche dalla Corte Costituzionale, era lesiva del suo diritto di difesa.

La Suprema Corte, dopo una breve camera di consiglio, ha rilevato la totale inammissibilita' del ricorso di Ciancimino condannandolo anche al pagamento delle spese processuali e a versare mille euro alla cassa delle ammende. Dopo la decisione di oggi, sara' possibile per il gip di Palermo procedere con la distruzione delle intercettazioni che, indirettamente, coinvolgevano il Capo dello Stato.

Tags:
statomafianapolitano
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.