A- A+
Cronache

Il presidente della Corte d'assise Alfredo Montalto ha informato in udienza che ieri pomeriggio è arrivata a Palermo una lettera del presidente della Repubblica. Giorgio Napolitano ribadisce la sua disponibilità a testimoniare al processo, così come chiesto dalla procura di Palermo. L'udienza si terrà il 28 ottobre alle ore 10, nel palazzo del Quirinale.

In udienza, i boss Totò Riina e Leoluca Bagarella hanno chiesto di intervenire: "Vogliamo partecipare all'udienza con il presidente", hanno detto in videoconferenza. L'Avvocatura dello Stato si oppone alla partecipazione degli imputati al processo. La Corte d'assise, che già si è pronunciata sull'argomento (stabilendo che gli imputati possano essere presenti solo tramite i propri avvocati) comunicherà la sua decisione finale giovedì prossimo.

Il difensore di Riina, l'avvocato Luca Cianferoni, ha preannunciato il deposito di una memoria al collegio di Palermo: "Secondo la Corte europea per i diritti dell'uomo - ha detto in aula - l'imputato ha sempre diritto a partecipare alle sue udienze"

Tags:
statomafia
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.