A- A+
Cronache
Stato-mafia, rivelazione choc di un pentito. "Mannino era uomo d'onore"

Stato-mafia, boss pentito: "Mannino era uomo d'onore del suo paese"

Calogero Mannino era "affiliato, uomo d'onore": lo sostiene, nel verbale depositato nel processo-stralcio sulla trattativa Stato-mafia, il boss pentito di Belmonte Mezzagno (Palermo) Filippo Salvatore Bisconti, che indica l'ex ministro imputato di minaccia a corpo politico dello Stato come legato alla cosca del suo paese in provincia di Agrigento ("Quello dove è nato e dove è cresciuto"), senza tuttavia ricordarsi che si tratta di Sciacca. E senza sapere che in realtà Mannino è nato all'Asmara, anche se poi è vissuto a lungo nella città termale in provincia di Agrigento. Nelle sue dichiarazioni, rese in due riprese, il 14 e il 21 marzo scorsi, Bisconti cita come propria fonte il mafioso di Corleone Rosario Lo Bue e poi anche Carmelo Gariffo, nipote di Bernardo Provenzano, che gli avrebbe fatto un discorso simile.

I due verbali sono stati trasmessi dalla Dda ai pg Sergio Barbiera e Giuseppe Fici, per il processo d'appello contro Mannino: il 14 marzo il pentito di Belmonte Mezzagno aveva parlato di mafia e politica con i pm Francesco Gualtieri e Giovanni Antoci, il 21 sono andati a sentirlo il procuratore Francesco Lo Voi, l'aggiunto Salvatore De Luca e il sostituto Bruno Brucoli. "Nel 2004-2005, certamente prima del 4 settembre 2006, quando sono stato scarcerato, commentavamo una notizia su Mannino (probabilmente la condanna in appello dell'11 maggio 2004, ndr) e durante una passeggiata Lo Bue mi disse: 'Ma di che si lamenta Calogero Mannino? Addirittura sarebbe stato uomo d'onore e dunque farebbe bene a parlare di meno', diceva Lo Bue, 'che si lamenta, se fa parte della famiglia mafiosa del suo paese?'".

Il procuratore Lo Voi chiede come mai Bisconti, di fronte a una notizia del genere, non avesse approfondito: "No, in genere queste domande non si fanno; per lui dirlo, certamente lo sapeva. Tutti i corleonesi avevano rapporti con tutta la Sicilia. Riina verso la parte occidentale, Provenzano il lato orientale. Mi disse apposta, 'picchì un va' parra cu chiddi ru so' paisi?', intendendo i componenti della sua stessa famiglia mafiosa. Non mi ricordo se questa cosa qualche volta me la disse pure Gariffo, come trait d'union politico-mafioso. Gariffo mi ha detto: 'No, vabbè non c'è problema con Mannino, lo faccio richiamare dai suoi paesani'". Un riferimento politico "per appalti e finanziamenti pubblici, per motivi legati a interessi economici dei corleonesi e del geometra Pino Lipari, condannato più volte per mafia e referente di Provenzano. I verbali sono stati depositati in Corte d'Appello, nel processo che si celebra dopo l'assoluzione di primo grado. I giudici si sono riservati di acquisirli e di sentire Bisconti, ma il 22 luglio potrebbero già emettere la sentenza su Mannino". 

Commenti
    Tags:
    stato-mafiamanninoprocesso stato-mafiafalconeborsellino
    Loading...
    in evidenza
    Chiara Ferragni in calze a rete E la scollatura senza reggiseno...

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Chiara Ferragni in calze a rete
    E la scollatura senza reggiseno...

    i più visti
    in vetrina
    Pamela Anderson, 53 anni di un sex symbol. E le 12 volte a notte con Rami...

    Pamela Anderson, 53 anni di un sex symbol. E le 12 volte a notte con Rami...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Yamaha lancia Tricity 300, lo scooter adatto alla mobilità urbana

    Yamaha lancia Tricity 300, lo scooter adatto alla mobilità urbana


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.