A- A+
Cronache
Stop a feste, birre e pulizie rumorose. Padova è la città dei mille divieti

Basta anarchia e avanti con i divieti. Basta bivacchi, basta feste di laurea con lancio di uova e di farina. Commettono reato pure i lavavetri e chi va in giro ubriaco. E ancora: bandito "l'accattonaggio petulante e il racket della questua, il campeggio in zone non autorizzate, l'occupazione abusiva di immobili pubblici e il sovraffollamento di quelli privati". Dulcis in fundo, il divieto di pulizie troppo rumorose.

Sono le misure dettate da Maurizio Saia, l'assessore sceriffo che vuole ripulire la sua città. Controlli rigorosi, da ora in poi, su tutte le case assegnate agli immigrati, attenti imbrattatori con lo spray, e in città da oggi si beve solo al bar: le alcoliche riunioni nelle piazze son proibite. Ma l'associazione Antigone solleva dubbi sulla validità costituzionale dei divieti e afferma: "Si torna alle tipiche azioni di governo contro i poveri".

Tags:
padovafestebirre
in evidenza
Ufficiale: esiste un'anti-Ferragni. Si chiama Aurora Baruto e ha 4 mln di follower

GUARDA LE FOTO

Ufficiale: esiste un'anti-Ferragni. Si chiama Aurora Baruto e ha 4 mln di follower

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
BMW M3 Touring: la supersportiva per tutti i giorni

BMW M3 Touring: la supersportiva per tutti i giorni


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.