A- A+
Cronache
Strage di Stresa, parla il sindaco: "Il bando fu fatto dalla Regione"

A poche ore di distanza dalla tragedia avvenuta ieri a Stresa, dove hanno perso la vita 14 persone, tra cui giovani e bambini, arriva il momento di stabilire le responsabilità. Ai microfoni di La7 il sindaco Marcella Severino fa il punto sulla posizione dell'ente comunale: "Nei confronti delle indagini ci poniamo con assoluta trasparenza e collaborazione, al tavolo di confronto porteremo tutta la documentazione necessaria- afferma Severino. "Ma- sottolinea il sindaco di Stresa- il bando fu fatto da Regione Piemonte per l'affidamento e furono investiti anche diversi milioni di euro, circa quattro". 

GUARDA IL VIDEO

Commenti
    Tags:
    strage stresa sindaco bandostrage stresa bando regionestrage stresa regione
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

    Lady Icardi da sogno

    Wanda Nara, giungla "bollente"
    Foto che lasciano a bocca aperta

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando

    Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando





    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio

    Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.