A- A+
Cronache
Strage Erba: no a revisione, confermato ergastolo Olindo-Rosa
Rosa Bazzi e Olindo Romano

Strage di Erba, la Corte di Appello di Brescia dice "no" alla revisione: confermato l'ergastolo a Olindo-Rosa

Non ci sarà un nuovo processo per la revisione della sentenza della strage di Erba. La Corte d’Appello di Brescia ha dichiarato inammissibili le tre richieste di revisione presentate dal pg di Milano Cuno Tarfusser e dai legali di Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati all’ergastolo per avere ucciso l’11 dicembre 2006 nella corte di via Diaz Raffaella Castagna, sua madre Paola Galli, suo figlio Youssef di due anni e la vicina di casa Valeria Cherubini. La conseguenza della bocciatura delle istanze, che accoglie la richiesta della Procura Generale, è la conferma del carcere a vita per i coniugi, deciso in via definitiva dalla Cassazione il 3 maggio 2011. La difesa potrà comunque proporre ricorso in Cassazione contro la sentenza.

Secondo l'avvocato Fabio Schembri, legale di Olindo Romano e Rosa Bazzi, la sentenza della Corte d'Appello di Brescia presenta un "vizio di legittimità perché non sono state assunte le prove". 

GUARDA IL VIDEO

 

"Gli assassini sono ancora in giro". E' il commento di Azouz Marzouk dopo la sentenza che di fatto conferma l'ergastolo per Olindo e Rosa. 

GUARDA IL VIDEO

 

LEGGI ANCHE: Erba, si decide sulla revisione: giorno della verità per Rosa e Olindo

"Vorremmo che le vittime potessero riposare in pace e confidiamo che oggi sia finito questo rimestare le stesse carte, perché di prove nuove non ce ne sono. Ho sentito i miei clienti, Beppe e Pietro erano insieme, e la parola che li rappresenta è 'sollievo', ora possono cercare di girare pagina. Noi avevamo fiducia, non avevamo paura della verità, non avevamo dubbi". Così l'avvocato Massimo Campa, legale di parte civile dei fratelli Castagna, commentando la sentenza della Corte d'Appello di Brescia che ha respinto la richiesta di revisione del processo per la strage di Erba per la quale sono stati condannati in via definitiva all'ergastolo i coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi.

GUARDA IL VIDEO

 

 

Strage Erba, avvocato generale: "Da subito indizi portavano a Olindo e Rosa"

"Si era diffusa la vulgata secondo cui tutte le sentenze si basavano solo su tre indizi, invece fin dall'inizio vi era una piattaforma indiziaria che conduceva a Olindo Romano e Rosa Bazzi". Così l'avvocato generale dello Stato, Domenico Chiaro, commentando la decisione della Corte d'Appello di Brescia di respingere la richiesta di revisione del processo a carico dei coniugi condannati in via definitiva all'ergastolo per la strage di Erba. Una pista che "inevitabilmente portava a loro due" e "non era possibile alcuna pista della criminalità organizzata", aggiunge. 

GUARDA IL VIDEO

 

Strage Erba, pg Brescia: "Soddisfatti per decisione, tanti commentano senza conoscere atti"

"Siamo soddisfatti perché sono state accolte le nostre richieste. Gli atti giudiziari bisogna studiarli dalla A alla Z e saperli leggere e tanti che hanno commentato questa vicenda non lo hanno fatto". Lo ha detto il procuratore generale di Brescia, Guido Rispoli, dopo la decisione della Corte d'Appello di non concedere un nuovo processo a Olindo Romano e Rosa Bazzi per la strage di Brescia.

GUARDA IL VIDEO

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti





motori
MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.