A- A+
Cronache

 

documentario carcere 500

Un giovane di 24 anni ha subito una lesione al midollo spinale perché dieci anni fa ha pugnalato un suo amico che oggi è paralizzato. E' successo in Arabia Saudita come racconta Die Bild.

Ali Al-Khawahir dieci anni fa aveva pugnalato un suo amico. A seguito dell'aggressione il ragazzo è rimasto paralizzato. Per sfuggire alla condanna "occhio per occhio" l'aggrssore avrebbe dovuto risarcire la vittima con una somma pari a 208 mila euro ma essendo in carcere da 14 anni per l’azione compiuta, non è riuscito a raccimolare la cifra.

Saudi Gazette spiega che il ventiquattrenne saudita non è stato condannato a morte ma a subire la stessa violenza che lui usò dieci anni fa sul suo amico. Ali è condannato alla paralisi come punizione proprio per averla indotta al suo amico poiché lo ha accoltellato alla spina dorsale.

Tags:
arabiacondannapenaparalisi
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.