Nel 2013 i passeggeri sulle Frecce di Trenitalia sono stati 42 milioni (+5,2%) e circa la metà ha viaggiato per turismo. Per il 2014 Trenitalia, che ha presentato il nuovo orario al via il prossimo 15 dicembre, prevede un'ulteriore crescita di passeggeri. ''Intorno al 3%'', ha precisato l'amministratore delegato Mauro Moretti, annunciando novita' "come il raddoppio dell'offerta su Reggio Emilia con un no stop per Roma Termini di 2 ore e 14 minuti, due nuove Frecce Argento per Verona e l'arrivo dell'alta velocita' a Trieste". "Con queste due nuove bandiere - ha aggiunto Moretti - riteniamo che in Italia si debba ormai viaggiare solamente in treno, vista la disponibilita' offerta, la qualita' di servizio ed il prezzo proposto". Sono 231 le Frecce operative ogni giorno tra citta' con piu' di 100 mila abitanti, "sulla Roma-Milano una ogni quindici minuti'', ha proseguito Moretti, rilanciando i tre temi della proposta di Trenitalia, ''piu' tecnologia, piu' integrazione e piu' mezzi, che faceùndo la somma significa piu' servizi e qualita' per i clienti".

POTENZIATO IL TRASPORTO PER I PENDOLARI - Le problematiche del trasporto regionale, a partire dall'affollamento nelle ore di punta nelle grandi città che è il vero problema, come impresa le abbiamo affrontate, investendo già 3 miliardi di euro ricavati dal contenimento dei nostri costi. Ma lo sforzo dell'impresa da solo non basta". Lo ha detto l'amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti oggi alla presentazione del nuovo orario. Per Moretti, che ha ricordato come "l'Italia ha la spesa pubblica su questo settore più bassa d'Europa'', la criticita' del trasporto pubblico trova Trenitalia ''pronta'' a raccogliere la sfida ma "la soluzione dell'affollamento passa per il potenziamento dell'offerta che puo' decidere e finanziare solo la Regione". "Il primo progetto che presentai sul tema - ha aggiunto Moretti - necessitava di 6 miliardi di euro. Tre li abbiamo investiti noi autofinanziati, in nuovi treni e tecnologia.

Gli altri 3 mancano, vediamo anche cosa emergera' nella legge di Stabilità relativamente alla partita del fondo Tpl". Il problema va però secondo Moretti "affrontato con concretezza, la prima criticita' si chiama Milano, con 8 milioni di pendolari nell'area metropolitana, la seconda è Roma, poi Napoli e Torino". "Noi comunque non abbiamo compiti di welfare, siamo in un mercato liberalizzato, al welfare ci pensa lo Stato ed ai territori spetta il sostegno della domanda laddove non ci sono i numeri", ha sottolineato Moretti. L'appuntamento per affrontare globalmente la questione "è per una giornata aperta di studio che intendiamo svolgere a metà febbraio". Intanto "vantiamo ancora crediti scaduti dalle Regioni sull'ordine del miliardo di euro, in ritardo nei pagamenti ci sono Calabria, Piemonte, Campania, la Valle d'Aosta mentre il Lazio sta procedendo regolarmente al piano di rientro". Moretti, annunciando negli investimenti altri 100 treni Vivalto a due piani, 88 treni elettrogeni e 40 treni diesel, ha presentato intanto la nuova offerta tecnologica per i clienti del trasporto regionale, come il ticketless "fatto da casa per eliminare le obliteratrici".

Novita' di integrazione anche per il servizio notturno da Calabria e Sicilia con il network delle Frecce su Roma, e integrazione raggiunta anche con 8 compagnie aeree, finora, un programma di alleanze "per mettere in rete gli aeroporti". Prossimi all'accordo altri vettori ''tra cui Alitalia, alla quale auguriamo di risolvere con il suo piano industriale la situazione rappresentando un asset importante per il Paese", che non vedra' pero' "il coinvolgimento di Trenitalia", ha confermato l'amministratore delegato.

2013-12-05T18:18:43.327+01:002013-12-05T18:18:00+01:00truetrue976116falsefalse4Cronache/cronache413103499762013-12-05T18:18:43.387+01:009762013-12-05T18:24:35.25+01:000/cronache/trenitalia-pendolari-freccefalse2013-12-05T18:23:50.567+01:00310349it-IT102013-12-05T18:18:00"] }
A- A+
Cronache
trenitalia pendolari 500
 

Nel 2013 i passeggeri sulle Frecce di Trenitalia sono stati 42 milioni (+5,2%) e circa la metà ha viaggiato per turismo. Per il 2014 Trenitalia, che ha presentato il nuovo orario al via il prossimo 15 dicembre, prevede un'ulteriore crescita di passeggeri. ''Intorno al 3%'', ha precisato l'amministratore delegato Mauro Moretti, annunciando novita' "come il raddoppio dell'offerta su Reggio Emilia con un no stop per Roma Termini di 2 ore e 14 minuti, due nuove Frecce Argento per Verona e l'arrivo dell'alta velocita' a Trieste". "Con queste due nuove bandiere - ha aggiunto Moretti - riteniamo che in Italia si debba ormai viaggiare solamente in treno, vista la disponibilita' offerta, la qualita' di servizio ed il prezzo proposto". Sono 231 le Frecce operative ogni giorno tra citta' con piu' di 100 mila abitanti, "sulla Roma-Milano una ogni quindici minuti'', ha proseguito Moretti, rilanciando i tre temi della proposta di Trenitalia, ''piu' tecnologia, piu' integrazione e piu' mezzi, che faceùndo la somma significa piu' servizi e qualita' per i clienti".

POTENZIATO IL TRASPORTO PER I PENDOLARI - Le problematiche del trasporto regionale, a partire dall'affollamento nelle ore di punta nelle grandi città che è il vero problema, come impresa le abbiamo affrontate, investendo già 3 miliardi di euro ricavati dal contenimento dei nostri costi. Ma lo sforzo dell'impresa da solo non basta". Lo ha detto l'amministratore delegato di Trenitalia Mauro Moretti oggi alla presentazione del nuovo orario. Per Moretti, che ha ricordato come "l'Italia ha la spesa pubblica su questo settore più bassa d'Europa'', la criticita' del trasporto pubblico trova Trenitalia ''pronta'' a raccogliere la sfida ma "la soluzione dell'affollamento passa per il potenziamento dell'offerta che puo' decidere e finanziare solo la Regione". "Il primo progetto che presentai sul tema - ha aggiunto Moretti - necessitava di 6 miliardi di euro. Tre li abbiamo investiti noi autofinanziati, in nuovi treni e tecnologia.

Gli altri 3 mancano, vediamo anche cosa emergera' nella legge di Stabilità relativamente alla partita del fondo Tpl". Il problema va però secondo Moretti "affrontato con concretezza, la prima criticita' si chiama Milano, con 8 milioni di pendolari nell'area metropolitana, la seconda è Roma, poi Napoli e Torino". "Noi comunque non abbiamo compiti di welfare, siamo in un mercato liberalizzato, al welfare ci pensa lo Stato ed ai territori spetta il sostegno della domanda laddove non ci sono i numeri", ha sottolineato Moretti. L'appuntamento per affrontare globalmente la questione "è per una giornata aperta di studio che intendiamo svolgere a metà febbraio". Intanto "vantiamo ancora crediti scaduti dalle Regioni sull'ordine del miliardo di euro, in ritardo nei pagamenti ci sono Calabria, Piemonte, Campania, la Valle d'Aosta mentre il Lazio sta procedendo regolarmente al piano di rientro". Moretti, annunciando negli investimenti altri 100 treni Vivalto a due piani, 88 treni elettrogeni e 40 treni diesel, ha presentato intanto la nuova offerta tecnologica per i clienti del trasporto regionale, come il ticketless "fatto da casa per eliminare le obliteratrici".

Novita' di integrazione anche per il servizio notturno da Calabria e Sicilia con il network delle Frecce su Roma, e integrazione raggiunta anche con 8 compagnie aeree, finora, un programma di alleanze "per mettere in rete gli aeroporti". Prossimi all'accordo altri vettori ''tra cui Alitalia, alla quale auguriamo di risolvere con il suo piano industriale la situazione rappresentando un asset importante per il Paese", che non vedra' pero' "il coinvolgimento di Trenitalia", ha confermato l'amministratore delegato.

Tags:
trenitaliapendolarifrecce
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.