A- A+
Cronache
“Troppo grassa, non puoi fare la commessa”. Insultata da un commerciante

Si è presentata per un ottenere un  lavoro, ma ha dovuto rinunciarvi, perché insultata per il suo aspetto fisico dal titolare dell’attività commerciale in cui avrebbe dovuto lavorare come commessa a Crotone: “Sei troppo grassa per fare la commessa”.

La vicenda ha coinvolto una ragazza crotonese di 24 anni, vittima di 'body shaming', una forma di violenza fisica e psicologica cui sono sottoposte alcune persone per via del loro aspetto. Violenza che in questo caso è stata perpetrata da un operatore commerciale di Crotone presso il quale la giovane si era rivolta per ottenere un posto di lavoro come commessa. La 24enne, diplomata, che ha lavorato in un call center, ha già fatto la commessa e nel frattempo si è formata per l’organizzazione di eventi, aveva risposto ad un annuncio affisso sulla vetrina del negozio ed è stata regolarmente chiamata.

A raccontare il fatto è stata l'interessata sulla sua pagina Facebook, spiegando di essersi presentata al negozio dove la moglie del titolare l'avrebbe prima invitata a lasciare in macchina cappotto e borsa, perché in caso di controlli avrebbe dovuto far finta di essere una cliente e scappare via, quindi ha iniziato a lavorare regolarmente mettendo in ordine vestiti e spostando scatoloni. Quanto alla retribuzione le sono stati offerti 600 euro mensili da lunedì a domenica full time con una mezza giornata eventuale da concordare; 300 euro mensili per lavorare mezza giornata. Ma la sorpresa è stata la reazione del titolare che ha preso a squadrarla dalla testa ai piedi, chiedendole se fosse convinta di poter fare davvero quel lavoro e, di fronte alla risposta positiva della giovane, ha indicato con disprezzo la sua fisicità, facendole capire insomma che era troppo grassa e che dunque non poteva fare quel lavoro. La 24enne il mattino seguente ha deciso di non ripresentarsi al negozio.

Commenti
    Tags:
    commessalavoro commessacercasi commessacrotonebody shamingcommessa grassa
    in evidenza
    Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

    Dolorosa esperienza negli USA

    Il trauma di Romina Carrisi
    "Ho lavorato negli strip club"

    i più visti
    in vetrina
    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





    casa, immobiliare
    motori
    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

    Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.