A- A+
Cronache

Flash Mob di Udu e Rete Studenti in tutte le universita' d'Italia in segno di protesta per il numero chiuso e per controllare l'andamento dei test d'ingresso a Medicina e Odontoiatria che si svolgono in tutti gli atenei. Almeno 83mila studenti, moltissimi dei quali impegnati anche nella preparazione per gli esami di maturita' dovranno contendersi un posto a colpi di quiz.

L'anticipazione ad aprile del test d'accesso alla facolta' che prepara i futuri medici, avrebbe infatti provocato un calo della domanda di partecipazione visto che lo scorso anno erano circa 100mila. In sostanza, l'occasione di oggi e' ghiotta soprattutto per tutti coloro che lo scorso anno non sono riusciti nell'ardua impresa ed hanno avuto tutto il tempo, rispetto ai maturandi, di prepararsi in modo adeguato. Resta sempre il piano "B", ovvero, andare a studiare all'estero. Le due organizzazioni studentesche saranno in campo anche nei giorni seguenti in cui si svolgeranno le prove per architettura e saranno accanto alle migliaia di studentesse e studenti, con volantinaggi per la guida al test sicuro 2014 allo scopo di prevenire e monitorare eventuali ingiustizie durante lo svolgimento delle prove.

La campagna di informazione e assistenza proseguira' anche mercoledi' davanti alle facolta' di Veterinaria e giovedi' a quelle di Architettura. Per rendere piu' capillare l'informazione dei ragazzi riguardo al corretto svolgimento dei test e sulla possibilita' di fare ricorso, Udu e Rete hanno anche lanciato un'app, realizzata da un gruppo di studenti di Napoli, grazie alla quale gli utenti potranno non solo ottenere informazioni ma anche segnalare eventuali irregolarita' nel corso del test che stanno sostenendo.

"Per smontare il numero chiuso - sostiene Gianluca Scuccimarra, coordinatore nazionale Udu - e' necessario smontare la lotteria dei test d'ingresso che da anni danneggia migliaia di studentesse e studenti. La nostra guida al test sicuro e l'app per smartphone sono due strumenti importanti affinche' gli studenti possano tutelarsi e riconoscere i comportamenti illegali durante lo svolgimento del test, segnalandoceli immediatamente". "Anticipare il test ad aprile e' ingiusto - sottolinea Alberto Irone, portavoce nazionale Rete degli studenti - perche' nelle scuole i programmi ministeriali non sono conclusi. Cosi', paradossalmente, la scuola dell'obbligo non da' gli strumenti per superare un concorso pubblico. Inoltre - aggiunge - tantissimi studenti si sono concentrati piu' nello studio finalizzato al test piuttosto che al superamento dell'esame della maturita'".

Tags:
universitòtestmedicina
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.