A- A+
Cronache
Vibo, accurduni tra renziani, Ncd e Fi. Candidati indagati e amici di boss

Lo hanno già battezzato "accurduni". E' quello che è successo a Vibo Valentia, dove per le elezioni provinciali del 28 settembre si presenta una lista unica formata da Forza Italia, renziani, Fratelli d'Italia e pezzi di Ncd. Il Pd si spacca e i cuperliani restano per conto loro. E tra i candidati ci sono indagati, nomi pronunciati dai pentiti di 'ndrangheta e assessori di comuni sciolti per mafia...

Vibo Valentia, insomma, diventa un laboratorio politico, anche se non si sa quanto virtuoso. Spaccato il Pd, spaccato Ncd, spaccata Forza Italia. Una grande lista civica del "volemose bene" terrà insieme la componente Pd renziana della provincia vibonese che a livello locale è minoranza nel partito, alcuni pezzi di Forza Italia, altri del Nuovo Centrodestra e poi Fratelli d'Italia in blocco.

Un'unione che qualcuno potrebbe considerare malsana ma sulla quale i protagonisti non hanno nulla da eccepire, anzi. In cittàhanno ribatezzato l'operazione come l'"accurduni". Già, e tra l'altro nelle liste appaiono anche nomi abbastanza borderline, quantomeno sotto il profilo dell'opportunità se non sotto quello giudiziario. Così ecco candidato Salvatore Vallone, ex assessore del comune di Mileto, sciolto per infiltrazioni mafiose.

Ma anche tanti altri nomi, coinvolti in inchiese su presunti fondi illegittimi elargiti ai gruppi politici. Spazio anche a indagati per falso, peculato e chi più ne ha più ne metta. Figurano tra i candidati anche persone considerate in diretto rapporto con boss della 'ndrangheta. Ma chi se ne importa, basta che si stia tutti insieme appassionatamente...

 

Tags:
vibopd
in evidenza
Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

Politica

Paragone, picconate a Burioni
"Ti ho denunciato e...". VIDEO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.