A- A+
Cronache
Fa 13 e vince un mld nel 1981. Ma lo Stato ancora non lo paga

E' una vicenda al limite dell'incredibile, se non fosse che il protagonista è reale ed è anche in serie difficoltà. Un interminabile braccio di ferro legale che dal 1981 a oggi ha messo sul lastrico il 61enne Martino Scialpi, che  è disoccupato e vive grazie all'aiuto di alcuni amici. L'uomo ha fatto 13 nel 1981 grazie a un gol di Falcao. Da allora è partita una battaglia col Coni e col ministero delle Finanze che ancora non è terminata, più volte rimpallata tra le Aule dei tribunali di Lecce, Salerno, Bari, Roma e Taranto. 

All'indomani della vincita il Coni di Bari ha infatti assicurato di non avere la ricevuta  e da allora è iniziato l'incubo. Una speranza potrebbe arrivare il prossimo settembre quando verrà deciso se i 3,9 milioni di euro accantonati alla Bnl di Roma andranno a finire sul conto di Scialpi oppure no.

In questri trentatré anni Scialpi è passato da ambulante a disoccupato, bruciando quel che aveva in battaglie legali, come racconta il Corriere della Sera. L'uomo ha dovuto far fronte all'accusa di truffa per aver falsificato la schedina. Accusa caduta nel 1987 quando una perizia ha dimostrato che il "fortunato" foglietto di carta è autentico. Ma Scialpi resta in attesa dei soldi.

Tags:
vintoschedinasoldidisoccupato
in evidenza
Non solo caldo africano... Attenti ai temporali violenti

Meteo, eventi estremi

Non solo caldo africano...
Attenti ai temporali violenti

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella

Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.