A- A+
Cronache

Indagini infinite sul caso di Yara Gambirasio, la 13enne bergamasca ritrovata assassinata tre mesi dopo la sua scomparsa. Gli investigatori ora vogliono di nuovo ascoltare l'operaio marocchino Fikri, dopo che l'accusa di omicidio è stata archiviata. Con lui saranno sentiti anche la fidanzata Fatiha Sabri, l’ex datore di lavoro Roberto Benozzo e il custode del cantiere. Fikri, finora unico indagato per il delitto, è stato iscritto di recente nel registro degli indagati con l'accusa di favoreggiamento personale.

E rispuntano anche le tre telefonate fatte dall'extracomunitario e le relative traduzioni, al centro di una lunga disputa tra traduttori. Il pm, secondo quanto riporta il quotidiano "Il Giorno", ha chiesto una nuova perizia. Al centro c'è sempre il giallo della frase che secondo alcuni è stata tradotta con "Allah, perdonami, non l’ho uccisa io", mentre secondo altri significherebbe solo "Allah, perché non passa?". Quest'ultima versione scagionerebbe l'operaio.

Il 3 dicembre 2010 Fikri parò con la fidanzata Fatiha dopo la convocazione da parte dei Carabinieri. "Ma il posto dove l’hanno uccisa, è vicino dove lavoravi o è un po’ lontano?", chiese lei. "E’ vicino al cancello del cantiere", rispose Fikri. Per l'accusa Yara in quel momento era ancora una persona scomparsa. "Perché parlano di un delitto?", si chiedono gli investigatori.

Tags:
yarafikrifidanzatamarocchino
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra





motori
Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.