A- A+
Cronache
La moglie di Bossetti: "Mi portò al campo dove fu trovata Yara"

"E' capitato in una circostanza, parecchio tempo dopo il ritrovamento di Yara, che transitando per andare a Capriate San Gervasio volevamo andare a vedere il luogo. Inizialmente non trovammo la strada, ma alla fine ci siamo arrivati. Che io sappia, mio marito non c'è mai andato". Così, come riporta Repubblica, Marita Comi - a moglie di Massimo Bossetti, in carcere con l'accusa di aver ucciso la ginnasta tredicenne -  ha risposto alla domanda degli investigatori.

E Bossetti ieri ha incontrato per la prima volta la moglie. Avrebbe come prima cosa chiesto notizie dei suoi tre figli, in un colloquio durato un'ora e mezza, per il quale sono state usate particolari cautele dalla direzione del carcere. La donna è stata fatta entrare probabilmente a bordo di un'auto di servizio per impedire l'assalto dei giornalisti. "Era confortato per aver visto la madre dei suoi figli", ha spiegato l'avvocato Salvagni che con la collega lo ha visto poco dopo per studiare la linea difensiva in vista anche di un ricorso per il quale i termini scadono lunedì prossimo.

Tags:
yarabossettidna
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.