A- A+
Cronache

 

yara gambiraso

Sono passati due anni dal ritrovamento del corpo della 13enne di Brembate di Sopra. Ora la caccia all'assassino di Yara prende una nuova direzione. Dopo aver sottoposto all'esame del Dna gli uomini questa volta tocca alle donne.

Si cerca infatti la madre del cosiddetto "ignoto 1", l'omicida della ragazzina, l'uomo che ha lasciato il suo codice genetico sugli slip e sui leggings della tredicenne. Gli inquirenti analizzeranno il Dna di un migliaio di potenziali madri del colpevole.

In realtà, le indagini di questo filone sono scattate mesi fa, come racconta "Il Giorno", e cioè da quando si ricavò il codice genetico di Giuseppe Guerinoni dal francobollo su due cartoline mandate alla figlia e dalla marca sulla patente di guida. Guerinoni era un autista di corriere morto nel 1999 a 61 anni e i test hanno confermato, si legge in una informativa della squadra mobile di Bergamo e del servizio centrale operativo della polizia, "l'ipotesi della parentela diretta, in termini di patrilinearità, del profilo di Guerinoni" con la traccia lasciata sui vestiti di Yara. L'ipotetico assassino insomma sarebbe figlio naturale di Guerinoni ma la madre non è la moglie dell'uomo.

Secondo quanto appreso le indagini hanno già preso in esame donne che hanno avuto relazioni con Guerinoni. Sono già stati acquisiti 525 campioni biologici da confrontare con il profilo materno della traccia di dna, ma finora tutti gli esami hanno dato esito negativo. Ora si acquisiranno altri 1.400 campioni biologici.

Tags:
yaradnaindagini
in evidenza
Grandine-temporali al Nord Caldo super africano al Sud

Previsioni Meteo

Grandine-temporali al Nord
Caldo super africano al Sud

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021

Mercedes-Benz protagonista al Salone del Camper di Düsseldorf 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.