A- A+
Culture
Con Bayer, "Uno Stradivari per la gente"

In concomitanza di EXPO 2015, Bayer organizza un Tour di concerti “Uno Stradivari per la Gente” con protagonisti il Maestro Matteo Fedeli e il prezioso violino Antonio Stradivari 1715 “ex Bazzini”, che quest’anno compie 300 anni.

L’iniziativa prende vita grazie alla collaborazione con Telethon, una delle principali charity italiane, ed il Museo della Scienza e della Tecnologia L. Da Vinci di Milano, oggi uno dei più grandi musei tecnico scientifici d’Europa.

Sei i concerti in programma. Tutti aperti al pubblico per consentire l’ascolto del preziosissimo violino suonato dal Maestro Fedeli e, nel contempo, aiutare importanti iniziative solidali. 

Milano, 22 maggio 2015 – Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia

Cremona, 6 giugno 2015 – Auditorium Giovanni Arvedi

Milano, 10 giugno 2015 – Chiesa Cristiana Protestante

Milano, 4 settembre 2015 - Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia 

Milano, 27 settembre 2015 - Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia 

Milano, 9 ottobre 2015 - Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia 


“Bayer vuole sostenere questo Tour per l’alto profilo legato a contenuti sociali e culturali. E’ un impegno che portiamo avanti da molti anni e coerente al DNA”, dichiara Daniele Rosa – Direttore Comunicazione del Gruppo Bayer in Italia.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A DANIELE ROSA

 

 

La crescita culturale delle persone, il miglioramento della qualità della vita e la tutela dei capolavori del passato sono infatti per Bayer, in Italia così come nel mondo, ambiti di primo piano. Da anni  l’azienda opera a fianco delle istituzioni e delle organizzazioni che promuovono tali valori.   

 

MUSEO NAZIONALE DELLA SCIENZA E DELLA TECNOLOGIA
Nato nel 1953, è oggi uno dei più grandi musei tecnico scientifici d’Europa. È il Museo dove scoprire le collezioni dedicate a trasporti, comunicazione, energia e materiali. Da non perdere la collezione di modelli storici costruiti a partire dai disegni di Leonardo da Vinci, la visita a bordo del sottomarino Toti, la nuova esposizione Spazio e la Tinkering Zone. Nei fine settimana e i giorni festivi un ricco programma di attività, visite guidate ed eventi speciali.

TELETHON
La Fondazione Telethon è una delle principali charity italiane. Dal 1990, su mandato di una comunità di pazienti, il nostro obiettivo è realizzare la promessa della cura delle malattie genetiche rare attraverso il finanziamento di ricerca biomedica eccellente. Fondamentale per sostenere le nostra attività è il contributo della società civile: volontari sul territorio, aziende partner e donatori che ogni giorno aiutano la ricerca a progredire verso la cura.

BAYER
Già sette miliardi di individui vivono sul nostro pianeta e il numero cresce di duecentoventimila unità ogni giorno. Come garantire alimentazione a così tante persone senza arrecare danni all’ambiente? Come accrescere il benessere di ognuno e prevenire le malattie? Come sviluppare materiali nuovi che aiutino a conservare risorse? La ricerca del Gruppo Bayer, player globale, contribuisce a fornire le migliori soluzioni a queste problematiche. Bayer: Science For A Better Life


Antonio Stradivari 1715 “ex Bazzini”, 
 
Il violino Antonio Stradivari “ex Bazzini” fa parte di una strettissima cerchia di violini costruiti dal celebre liutaio nel pieno del suo periodo d’oro ed è considerato tra migliori al mondo insieme al Cremonese di proprietà della Città di Cremona.
E’ costruito sul modello “forma G” (grande) e l’accuratezza del lavoro viene esaltata dalla particolare qualità del legno impiegato dal Maestro cremonese e da una profonda vernice arancione dorato, tutta allo stato originale.
Lo strumento presenta una straordinaria vitalità sonora dalle note gravi alle acute e il suo timbro è straordinario, pieno e potente. 
Penetrante nelle note basse riesce a mantenere negli acuti il timbro cristallino e squillante tipico di Stradivari.
Il violino venne acquistato nel corso dell’ottocento dal noto compositore e violinista bresciano Antonio Bazzini che divenne direttore del Conservatorio di musica di Milano Giuseppe Verdi.  
Nel corso del secolo scorso il violino passò nelle mani di alcuni proprietari privati, tra cui un facoltoso ungherese, che affidò lo strumento alla brillante violinista italiana Gioconda De Vito. Ella lo portò sulle scene dei principali teatri europei, in America e Australia. 
Storiche le esibizioni con il direttore Fürtwangler e
con i violinisti Yehudi Menuhin e Isaac Stern.
Celebre il suo Triplo Concerto di Beethoven registrato a Roma con Arturo Benedetti Michelangeli al pianoforte ed Enrico Mainardi al violoncello.
L’ultima esibizione del violino fu nel novembre del 1961 a Basilea. Da allora venne concesso solo per qualche rara occasione privata e per la mostra dedicata ad Antonio Stradivari a Palazzo Borromeo Isola Bella del 1963.
Dalla fine degli anni sessanta il violino è scomparso dalle scene ed ora è affidato in esclusiva per i meriti artistici acquisiti al violinista Matteo Fedeli.

 

Dal catalogo Stradivari Stresa – Mostra di Antonio Stradivari – Palazzo Borromeo, Isola Bella -  1963
Omogeneo in tutte le sue parti, di formato grande, rientra nella categoria degli Stradivari di grande voce, del 1715.
A
questo gruppo appartengono il Tiziano, l’Imperatore, l’Alard e pochissimi altri.
Il fondo è di un pezzo solo di acero, così le fasce ed il riccio. La tavola è di ottima qualità; la vernice arancione dorato, originale ma scarsa, il riccio è perfetto.
Conservazione ottima. Il suono è brillante e potente, la sonorità eccezionale. Lo strumento era il preferito da Antonio Bazzini per le sue qualità sonore, La voce è ampia, uguale su tutte le quattro corde e perfetta nell’equilibrio sonoro.

Matteo Fedeli, violinista
Lo chiamano “l’uomo degli Stradivari”. 
Ai concerti di Matteo Fedeli intervengono migliaia di persone, vive in un mondo blindato di scorte e contatti segreti.

Infatti il circuito nel quale oggi si muovono gli strumenti dei grandi liutai obbedisce a un codice di estrema riservatezza. Scorte armate, rigidi protocolli di consegna e trasferimento, diplomatiche ambascerie presso musicisti e proprietari eseguite in punta di lingua da prudentissimi curatori.
Proprio questi hanno puntato negli ultimi tempi su Matteo Fedeli e sul progetto da lui creato: Uno Stradivari per la Gente che lo ha visto interprete nelle sale da concerto e nelle più belle basiliche italiane con i migliori Stradivari mai costruiti al mondo. 
Il Teatro alla Scala ha ospitato la presentazione del libro “L’Uomo degli Stradivari” che racconta il suo viaggio con questi meravigliosi violini in oltre 200 concerti svolti e 180.000 persone di pubblico coinvolte in live.
Oltre al Senato della Repubblica Italiana e al Ministero per i Beni e le Attività Culturali sono 70 le concessioni di Patrocinio Istituzionale, tra cui Enti, Pro Loco, Comunità Montane, Province e Regioni.
L’elenco aggiornato comprende 24 Stradivari fra cui: “Il Cremonese” 1715, “Vesuvius” 1727, “Re di Prussia” 1703, “Sandars” 1695, “Maurin Rubinoff” 1731, “DaVinci” 1725, “Duke of Alba” 1719 e “Reynier, ex Napoleon III” 1681 con il quale, invitato dalla Santa Sede, ha realizzato il “Concerto in Onore di Sua Santità Papa Benedetto XVI”. 

La Città di Cremona gli ha affidato la collezione di Stradivari del Palazzo comunale per una storica interpretazione - realizzata al Teatro Ponchielli - delle Quattro Stagioni Portene di Astor Piazzolla. Uno Stradivari diverso per ogni stagione. Il concerto è stato dedicato ad AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla di cui Fedeli è Testimonial. Nel 2011 ha ricevuto il premio da ANLAI (Associazione Nazionale Liuteria Artistica Italiana).
Per la grande sensibilità dimostrata nell’affiancare la solidarietà ai grandi eventi concertistici è stato insignito della Croce di Cavaliere dell’Ordine di Malta e di Cavaliere di merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano.
E’ tra i fondatori dell’Orchestra Nazionale del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta.
Lo scorso 1 ottobre, patrocinato dal Consolato di Argentina, è stato protagonista di fronte a 5.000 persone di un grande concerto nel Duomo di Milano (presentato in anteprima alle Nazioni Unite di Ginevra) in occasione del 20° anniversario della scomparsa di Astor Piazzolla.
Ha da poco concluso il suo tour negli Stati Uniti con una serie di concerti che hanno toccato le città di New York, Cincinnati, Houston, Cleveland, Buffalo, Philadelphia, New Orleans, Baltimora e Chicago. Per il grande successo ottenuto gli è stato affidato in esclusiva il violino Antonio Stradivari 1715 “ex Bazzini”.
E’ presidente della Company “The Man of the Stradivari” con sede in Charleston (SC-USA).
Accademia Concertante d’Archi di Milano 

Fondata nel 1985, l'Accademia Concertante d'Archi di Milano si è fatta notare nel 1990, con il grande concerto mariano nel Duomo di Milano, in onore del 10° anniversario episcopale di Sua Eminenza il Cardinale Carlo Maria Martini.
Da allora, l'orchestra e il coro da camera si sono esibiti nelle più affascinanti chiese e cattedrali tra cui la Basilica di San Marco a Venezia, Santa Chiara a Napoli,
Sant'Agnese in Agone a Roma e, dal 1992, presso la prestigiosa Società del Giardino di Milano, dove svolgono regolarmente le loro stagioni musicali.
La sede dell'Accademia si trova presso il Castello del Seprio a Mozzate e il loro direttore musicale attuale è il Maestro Mauro Ivano Benaglia, esperto di musica sacra conosciuta per la sua direzione carismatica, che ha portato l’Accademia Concertante sul prestigioso palco del Teatro alla Scala di Milano.
Nei suoi 30 anni di attività l’Accademia prosegue il suo cammino musicale adoperandosi costantemente per aiutare e sostenere musicisti mettendo in mostra i loro talenti. In realtà, più di 300 artisti hanno fatto parte dell’orchestra e dei suoi cori, e alcuni di questi  hanno ottenuto riconoscimenti a livello internazionale.

Tags:
stradivari-concerti-violino
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.