A- A+
Culture
Renzi e la "cultura abbandonata". Artisti e intellettuali in piazza
Foto Facebook

Tutti in piazza. L’iniziativa “Emergenza cultura: difendiamo l’art.9” è stata organizzata a partire da una proposta di Tomaso Montanari, il quale ha riunito a Roma un gruppo di associazioni e professionisti dei beni culturali (ecco qui tutte le adesioni) in forte disaccordo con le politiche culturali del Governo Renzi e del suo Ministero dei Beni artistici e culturali guidato dal Ministro Dario Franceschini.

L’iniziativa nasce dalla preoccupazione per le condizioni in cui viene lasciata la cultura nel nostro paese: dai musei alle biblioteche, dagli archivi, ai siti archeologici, agli istituti di restauro, all’insegnamento della storia dell’arte, tutto ciò che non è immediatamente riconducibile a fonte di profitti è in stato di abbandono, quasi che l’unica dimensione degna di interesse per la comunità sia quella biecamente economica.

E la potenzialità economica, in ogni caso, rileva solo ai fini del suo sfruttamento da parte di un “giglietto magico” di soliti noti: a essi compete la “valorizzazione” (leggi: i ricavi), mentre la tutela (tutto ciò che inerisce la ricerca e la manutenzione) è una fastidiosa incombenza che va sottratta a chi è in grado di farsene carico, ovvero agli addetti ai lavori. I monumenti cadono a pezzi e il governo risponde con gli spot: promette un miliardo di euro, troppo poco per tutelare il patrimonio architettonico italiano. l'obiettivo, dunque, è chiedere più fondi ma anche criticare l'atteggiamento "mercificatorio" che il governo Renzi" fa dell'arte.

L’iniziativa si articola in due momenti. Il primo sarà un incontro di riflessione e denuncia, che si terrà a Roma nel pomeriggio del 6 maggio, presso il Centro Congressi di via Cavour 50

Il secondo momento sarà la manifestazione di piazza di sabato 7 maggio, che si svolgerà, sempre a Roma, secondo la seguente tabella di marcia:

ore 11: concentramento in piazza della Repubblica

ore 12: partenza del corteo

corteo lungo via Vittorio Emanuele Orlando, Largo di Santa Susanna, via Barberini

ore 13: arrivo in Piazza Barberini, ove terremo il comizio di chiusura.

La manifestazione di piazza vuole significare anch'essa una riappropriazione da parte della cittadinanza di quei beni che la nostra carta costituzionale le intesta. Il coinvolgimento della società civile rappresenta una componente essenziale dell’iniziativa perchè mira a restituire ai cittadini quella titolarità che è stata troppo spesso calpestata per miopi calcoli o interessi particolari o anche solo per insipienza. 

Tags:
emergenza cultura manifestazionecultura manifestazione roma
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.