A- A+
Culture
Sculture, grafiche e gioielli, il Simbolismo di Dalì in mostra a Capri

Salvador Dalì invade l'isola di Capri. Vi sbarca con le sue opere sabato 29 giugno negli spazi dell’Hotel La Residenza di Capri, preview di “Dalí a Capri - L’eleganza del Surrealismo”, la mostra che unisce l’arte del maestro catalano di Figueres all’unicità della location che ospita le sue opere. All’inaugurazione saranno presenti il sindaco di Capri, Marino Lembo e il consigliere delegato al Turismo, Ludovica di Meglio.
Ad annunciare il prestigioso evento che durerà fino al 15 settembre, il direttore artistico Roberto Pantè che illustrerà agli ospiti il progetto curato da Beniamino Levi che si avvale del patrocinio dei Comuni di Capri e di Anacapri . L'esposizione sarà ospitata nell’isola azzurra, capitale del glamour e dell’arte e sede ideale scelta dai grandi artisti di ogni epoca.
Dalì inonderà Capri con le sue opere. Le sale dell’Hotel La Residenza ospiteranno infatti circa cento realizzazioni dell’artista catalano fra sculture, grafiche e gioielli mentre altre opere saranno collocate in alcuni dei principali siti dell’isola come il Porto Turistico, il terrazzo relais dell’Hotel La Palma e piazza La Torre ad Anacapri.
 
“Dalí a Capri - L’eleganza del Surrealismo” - spiega Pantè - è un’esposizione che unisce l’arte del maestro catalano all’unicità della location che ospita le sue opere.  Gli scenari mediterranei -come la Catalogna, terra di origine di Dalí, e Capri-  condividono infatti fra loro, sentori unici, un mix di colori, odori e percezioni visive".
Il percorso espositivo è pensato e realizzato dalla “Dalí Universe”, società diretta da Beniamino Levi specializzata nella promozione delle opere di Salvador Dalí, in collaborazione dell’Istituto di Cultura Meridionale, presieduto dall’avvocato Gennaro Famiglietti.  La “Dalí Universe” ha la sua sede principale a Parigi e gestisce una delle più grandi collezioni private al mondo di opere d’arte di Dalí. H promosso mostre in oltre cento musei e location prestigiose in tutto il mondo, ed è stata ammirata da più di dodici milioni di visitatori.
 
La mostra caprese denominata “L’eleganza del Surrealismo” espone alcune fra le più importanti sculture del maestro catalano, che segnano il percorso artistico di trasformazione della realtà in surrealtà. “L’arte di Dalí non è solo il suo iconico surrealismo, bensì anche ricerca del glamour, dell’eleganza e della stravaganza. Salvador Dalí, esteta eccentrico e raffinato, disegnatore di gioielli, arredamenti, ori e vetri- spiega Pantè - e si inserisce alla perfezione nella cornice artistica caprese. L’allestimento, infatti, è ispirato ai design autoctoni ed ai colori dell’isola di Capri”.
 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    isolaazzurraanacaprifaraglioni
    in evidenza
    Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

    Sport

    Paola Ferrari in gol, sulla barca
    "Niente filtri". Che bomba, foto

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.