A- A+
Culture
Arte, in arrivo a Milano Miart 2019

di Simonetta M. Rodinò

 

Conto alla rovescia per miart, fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea che si svolgerà a Milano dal 5 al 7 aprile.

 

All’interno del padiglione 3 di fieramilanocity, la 24esima edizione, dal titolo “Abbi cara ogni cosa”, presenta185gallerie internazionali provenienti da 18 paesi oltre all’Italia (70 gallerie provengono da Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Messico, Perù, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Stati Uniti, Sud Africa, Svizzera, Turchia e Ungheria).

 

“Abbi cara ogni cosa” è il titolo che John Berger, grande scrittore e storico dell’arte inglese, ha dato a una sua raccolta di testi di natura politica sulla relazione tra l’arte e la realtà che la circonda. Questo libro prende il nome da una poesia che Garret Evans gli regalò e che portava appunto il titolo “Abbi cara ogni cosa”. Berger rimase talmente colpito dal verso che decise di usarlo come titolo del suo libro.  Adottando il verso “abbi cara ogni cosa” miart porge al suo pubblico l’invito a fare proprio il gesto di attenzione con cui l’arte custodisce la realtà nel momento in cui la trasforma”, spiega il direttore Alessandro Rabottini.

 

Le gallerie sono divise in sette sezioni, con l’obiettivo di rappresentare le gallerie affermate di arte contemporanea e moderna (Established ed Established Masters), di arte emergente (Emergent) e di design (Object). Un interesse particolare sarà dato dalla sezione Generations, che offre dialoghi tra artisti di generazioni diverse e Decades, che rappresenta il Novecento attraverso un percorso scandito decennio per decennio.

 

La centralità della riflessione sull’arte del secolo scorso è un asse portante dell’architettura della fiera, confermata da un’ampia selezione di gallerie.

 

Nuovo ciclo di miart talks: tema delle tre giornate di conversazioni aperte al pubblico "Il bene comune".

Oltre quaranta artisti, curatori e direttori di musei, collezionisti, designer si interrogheranno su “Commissionare, produrre e collezionare nel contesto dei cambiamenti economici, sociali e climatici”, “La storia recente dell’arte italiana come patrimonio collettivo e la sua diffusione a livello internazionale” e “Lo spazio e gli usi del Bene Comune: le sfide del design”.

 

Come da consuetudine, miart diventa l’epicentro della MilanoArt Week, un ricco calendario di mostre e aperture speciali promosso in collaborazione con il Comune di Milano | Cultura e che ha come protagonisti le maggiori istituzioni pubbliche, le fondazioni private e gli spazi no-profit della città. La settimana dell’arte sarà chiusa da due iniziative: l’Art Night degli spazi no-profit sabato 6aprile e l’apertura speciale domenica 7 aprile delle gallerie private di Milano.

 

“abbi cara ogni cosa”- miart 2019
5 – 7 aprile 2019
fieramilanocity, Viale Scarampo - padiglione 3, gate 5 - Milano

http://www.miart.it

 

Commenti
    Tags:
    milanomiart 2019
    in evidenza
    Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

    La ricerca sfata i luoghi comuni

    Iodio, non solo nell'aria di mare
    Come alimentarsi correttamente

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

    Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.