A- A+
Culture

 

GianniBiondilloGuanda

 

LO SPECIALE

 

 

Scrittori, editori, editor, interviste, recensioni, librerie, e-book, curiosità, retroscena, numeri, anticipazioni... Su Affaritaliani.it tutto (e prima) sull'editoria libraria

di Antonio Prudenzano
su Twitter: @PrudenzanoAnton

E' tornato l'ispettore Ferraro, il fortunato protagonista dei gialli di Gianni Biondillo. Il nuovo romanzo, "Cronaca di un suicidio" (Guanda), è ambientato tra Ostia, Roma, Milano e il Friuli (ma nel sorprendente finale si attraversa anche l'Oceano...), ed è sicuramente il più legato all'attualità pubblicato dallo scrittore-architetto milanese classe '66. Sullo sfondo, non a caso, c'è il difficile momento economico che vive l'Italia, in cui la crisi, in alcuni casi,  spinge a compiere gesti tragici, troppo frettolosamente dimenticati dai media.

 

Le indagini di Ferraro (un buono pieno di difetti) questa volta si concentrano sul misterioso suicidio di uno sceneggiatore televisivo, che si ritrova pieno di debiti anche per gli "errori" e il "tradimento" dell'amico commercialista, ed è incapace di estinguerli a causa dei mancati pagamenti da parte della società di produzione con collabora. Al fianco dell'ispettore (separatosi dalla moglie), c'è la figlia adolescente, con cui sperava di passare una vacanza estiva senza imprevisti. E al di là della trama principale (che nel finale proporrà una serie di colpi di scena), sono proprio le pagine dedicate al rapporto tra padre e figlia le più riuscite del libro. Biondillo, infatti, propone dialoghi e situazioni più che credibili, e lo fa attraverso una lingua leggera e precisa.

 

Tags:
gianni biondilloguandacronaca di un suicidiobiondillo recensione
in evidenza
"Esco con Briatore. Ho scoperto che è un uomo interessante"

Barbara D'Urso e la simpatia con...

"Esco con Briatore. Ho scoperto che è un uomo interessante"


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Mercedes-Benz 320 del 1937 la prima ambulanza della Stella

Mercedes-Benz 320 del 1937 la prima ambulanza della Stella

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.