A- A+
Culture
Magnum, i primi cinquant’anni della leggendaria agenzia fotografica
Foto di gruppo in occasione del meeting della Magnum del 1988 © Elliott Erwitt/Magnum Photos/Contrasto
Magnum, i primi cinquant’anni della leggendaria agenzia fotografica
 
Magnum Photos è un’agenzia, un archivio, una rissosa famiglia di fotografi, una tradizione, un gruppo di eroi, di personaggi leggendari. Alle soglie del settantesimo anno dalla fondazione, Contrasto pubblica MAGNUM. I primi cinquant’anni della leggendaria agenzia fotografica, il libro di Russell Miller che ne racconta la storia dagli inizi.
Pubblicato per la prima volta in Italia, attraverso il racconto di Miller il volume ci conduce in un viaggio alla scoperta dei protagonisti dell’agenzia e a seguirne i propositi e i progetti. Anche oggi è ancora forte la voglia e il bisogno di rintracciare una storia, riannodare i fili di un percorso e, soprattutto, verificare il senso e la ragione di un lavoro collettivo e complesso come appunto è stato ed è tuttora quello di Magnum Photos. Grazie a Miller veniamo condotti nella vita dell’agenzia, a partire dalla sua nascita nel 1947. Con un stile avvincente e ironico al tempo stesso, pagina dopo pagina, l’autore ci porta a scoprire i protagonisti dell’agenzia, le aspirazioni e i progetti che portarono un gruppo di fotografi, tra i più interessanti del dopoguerra, a fondare una cooperativa in grado di tutelare il loro lavoro e poi, insieme agli altri fotografi che via via si aggregheranno, a cercare in tutti i modi – nonostante il passare degli anni, le crisi dell’editoria, le liti interne, le legittime ansie di realizzazione di ognuno – di resistere e di definire il lavoro e il ruolo speciale del fotografo: documentare e interpretare quel che si agita sulla superficie, come nel profondo, della società.
 
E, soprattutto, seguiamo i fotografi in azione, “sul campo”: dalla guerra di Spagna di Capa alla Cina e all’India di Cartier-Bresson, dalla guerra del Kippur alla lunga saga del Vietnam, dai ritratti di James Dean realizzati da Dennis Stock, al set del celebre film The Misfits – Gli spostati, dall’incontro di René Burri con Che Guevara, al Nicaragua di Susan Meiselas, dalla guerra del Golfo, alla ex Jugoslavia e alla tragedia della Cecenia degli anni Novanta. Li vediamo, così, affrontare la paura e l’esaltazione del pericolo, seguire e cercare “la notizia” da fotografare, evolvere nello stile e nel linguaggio, esprimere i dubbi e le incertezze che, inevitabilmente, una professione e un’organizzazione del genere comportano.
Il testo di Miller è accompagnato da alcune tra le più note fotografie scattate dei membri dell’agenzia.
Oggi molto è cambiato all’interno dell’agenzia e ancor di più è cambiato nel mondo della fotografia: eppure, proprio per questo ha senso rileggere questa storia, per meglio comprendere il senso del lavoro che tra cambiamenti e nuove aspirazioni la Magnum svolte ancora oggi.
 
“Nelle mani di un autore Magnum, la macchina fotografica non è più un semplice occhio obiettivo, ma uno strumento che serve a illuminare e informare, una forza che stimola e influenza l’opinione e che a volte parla per chi non ha voce. Nessun altro gruppo mostra un’empatia così intensa e un tale coinvolgimento nei confronti del modo e del mondo in cui viviamo. Prima che la televisione portasse in salotto, quasi in tempo reale, immagini di conflitti, carestie, disastri ambientali e disordini politici, i fotografi Magnum
erano gli occhi del mondo, spesso i primi a mostrare quello che accadeva in luoghi remoti e a nutrire la sete di notizie del dopoguerra.”
Russell Miller
 
 
“Magnum è una comunità di pensiero, caratterizzata da qualità umane condivise, da una curiosità per ciò che accade nel mondo, dal rispetto per quello che succede e dal desiderio di trascriverlo in immagini. Ecco perché il gruppo è sopravvissuto. È questo che ci tiene uniti”.
Henri Cartier-Bresson
 
 
Russell Miller (1938) è un giornalista inglese autore di quindici libri, tra cui diverse biografie come ad esempio quella dedicata a Hugh Hefner, J. Paul Getty e L. Ron Hubbard. [Ha iniziato a lavorare come giornalista all’età di sedici anni.
Tags:
magnum agenzia fotograficamagnum fotografie
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.